Siria, Kalashinkov e armi di distruzione di massa

Iyad Khuder Nsnbc 26 luglio 2012

Quando la Russia ha chiesto alla comunità internazionale di interrompere l’invio di armi ai gruppi militanti in Siria, gli Stati Uniti hanno risposto: “anche la Russia deve smettere di militarizzare la Siria!” E i media del Golfo Persico hanno riecheggiato questa risposta statunitense, e dedicato molto tempo a parlare di “armi russe utilizzate dal regime siriano“, e questo lamento delle armi russe è stato sentito dalla gente comune in Siria, che ha ospitato i militari nei loro quartieri. E’ un modo strano di costruire una realtà, infatti, non so come questo confronto possa avere senso.
Secondo la stessa logica statunitense io, come cittadino siriano, mi interrogo sull’arsenale di armi statunitensi nel Golfo Persico e in Israele!
Classifichiamo queste armi:
– Armi individuali, come fucili, bombe a mano e RPG:
Se è con questo che si intende “armi”, i gruppi militanti sono dotati di armi di qualità assai migliore!E’ divertente lamentarsi delle “armi russe”, riferendosi ai “fucili russi”, perché mentre i soldati siriani hanno solo fucili russi, i ribelli armati dispongono di ogni tipo di armi (compresi fucili per cecchini statunitensi, fucili israeliani … e quelli russi!) Poi i fucili russi sono disponibili ovunque in tutti gli angoli del mondo, quindi è divertente dare la colpa alla Russia, se i soldati siriani li stanno usando!

- Armi pesanti e sistemi d’arma, come ad esempio sistemi di difesa aerea, forze aeree, forze navali e sistemi radar:
Se lamentarsi dei “fucili russi” suona divertente per me, poi lamentarsi del secondo tipo di armi, come ad esempio i sistemi di difesa aerea, mi fa arrabbiare! Perché questo dimostra tutto! Si tratta delle “preoccupazioni di Israele!” Quando gli Stati Uniti parlano delle armi russe, non hanno veramente a cuore il popolo siriano. Ricordiamo ancora le “armi” al fosforo usate contro Gaza e il Libano. A quel tempo, gli Stati Uniti inviavano sempre più armi ad Israele, e non volevano fermare la guerra, anche se erano consapevoli del suo uso diretto contro i civili. Tuttavia, sia chiaro al mondo che la Siria non dipende dalla Russia nel campo militare tradizionale. Il sostegno russo è limitato ai settori strategici e high-tech. Anche se la Siria è teoricamente classificata come “Terzo mondo”, la Siria è abbastanza sviluppata per produrre armi, compresi sistemi di telecomunicazione, tecnologie di guerra elettronica e missili (Sayed Hassan Nasrallah ha recentemente confessato che i missili utilizzati durante l’aggressione israeliana contro il Libano, nel luglio 2006, erano stati in realtà fabbricati in Siria). La Siria in realtà paga i costi, come credono molti osservatori neutrali.
Un siriano ha detto ad alcuni media russi: “Noi attribuiamo la colpa alla Russia, perché l’esercito siriano ci sta uccidendo con fucili e carri armati russi!”
Io non sono qui per discutere se l’esercito siriano stia uccidendo civili o militanti, e chi sia responsabile delle vittime, ma sto solo discutendo del punto delle “armi russe”, quindi mi chiedo: Il mondo si aspetta che un Paese che si confronta con Israele, sia SENZA carri armati e cannoni? Beh, la risposta è logicamente “Certo che no, ma tali armi non dovrebbero comunque essere usate contro i civili“. Devo dire che: si sentono nei media parecchie storie di “armi russe usate dall’esercito siriano“, forse perché la signora Clinton ne ha parlato?
La Siria è stata da sempre sanzionata dall’occidente per la “sicurezza di Israele”. Non trovo altri motivi, se qualcuno conosce un altro motivo, me lo dica! Gli Stati Uniti giustificano l’embargo contro la Siria dicendo che la Siria sostiene il terrorismo. E quando chiedete del “terrorismo sostenuto dalla Siria”, si scopre che si tratta della resistenza palestinese e libanese contro Israele, che sta ancora occupando le terre palestinese, libanese e siriana!
La Russia, e in precedenza l’Unione Sovietica, era quasi l’unica potenza che ha sostenuto la Siria e i paesi arabi nel loro scontro con Israele, a partire dalla triplice aggressione (Regno Unito, Francia e Israele) all’Egitto nel 1956, passando per la guerra dell’ottobre 1973, quando i SAM anti-aerei russi fecero la differenza e impedirono a Israele di raggiungere Damasco, e terminando con questa aggressione occidentale-araba del golfo alla Siria, quando il gigante russo ha imposto un limite all’arroganza statunitense e ha impedito un’altra Libia.
A coloro che parlano di “rivoluzione” e “democrazia” e gridano: “La Russia deve smettere di sostenere la dittatura“, vorrei chiedere: Chi ha sostenuto Hosni Mubarak? La Russia o Stati Uniti e Israele? Chi ha sostenuto lo “Shah dell’Iran” prima della rivoluzione iraniana del 1979? La Russia o Stati Uniti e Israele? E chi ha sempre sostenuto i preistorici regni del Golfo arabo? La Russia o  Stati Uniti e Israele?
Vorrei anche dire ai russi che si sentono “colpevoli” del sostegno russo al governo siriano e sono soggetti alle critiche dei media del tipo: “La Russia sostiene la dittatura“, direi (senza discutere in questo articolo se il governo siriano sia più dittatoriale dei regimi in Medio Oriente, e meno democratico di quanto gli stessi paesi occidentali siano, per esempio, quando bloccano i media ufficiali siriani dando lezioni di libertà di espressione alla Siria): Il Governo russo ha sempre confermato che la Russia non è pro o anti governo siriano, ma cerca semplicemente di aiutare la Siria a superare la crisi in modo politico e a proteggere il popolo siriano dall’intervento straniero (almeno nel suo senso diretto, come in Libia), anche per evitare di imporre un altro “regime” progettato in base alle esigenze occidentali, come in Afghanistan, Iraq e Libia; e in particolare (si veda che cosa la diplomazia russa ha detto) che il presidente siriano continua ad avere l’approvazione della maggioranza del popolo siriano.
La Russia (Unione Sovietica) ha aiutato l’Egitto nella costruzione della diga sul Nilo, al tempo di Jamal Abd al-Nasser, che ha dato la vita per il popolo dell’Egitto, mentre gli Stati Uniti d’America hanno aiutato l’Egitto nella costruzione del muro alle frontiere con Gaza, condannando a morte il popolo di Gaza! La Russia ha sempre svolto un ruolo nobile verso il popolo arabo;  la Russia non si è tenuta la sua parte della “torta araba” di Sikes-Picot. La Siria fu occupata dai nonni di Erdogan e del franco-sionista Henry Levy, e non da quelli di Putin e Lavrov. La Russia ha salvato il popolo siriano, non la persona del Presidente siriano, non il “regime” come i media ufficiali ripetono giorno e notte. I missili della NATO non riconosceranno i siriani anti o pro Bashar! Mi rammarico di come alcuni siriani siano guidati da quello che la TV gli dice (riferendosi a quell’uomo che ha parlato di armi russe): E’ così triste dimenticare quando i SAM russi hanno salvato la mia famiglia, e la sua famiglia, nell’ottobre 1973 …
Per quanto riguarda l’uso di armi russe nel conflitto siriano, non è responsabilità del governo russo, in ogni caso, ma la Russia semplicemente ha impedito il peggio: un intervento militare straniero, che non avrebbe portato la pace nel paese, ma avrebbe “aggiunto olio sul fuoco!“, e l’esercito siriano, come qualsiasi altro esercito al mondo, ha diritto di svilupparsi con tutte le armi tradizionali e i sistemi di difesa, contro ogni possibile intervento, e questo è il caso.
Credo che, dopo tutta questa spiegazione, è solo giusto dire: Spasiba Russia!

Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

About these ads

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 347 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: