La polizia turca trova armi chimiche in possesso ai terroristi di al-Nusra diretti in Siria

Gearóid Ó Colmáin, Global Research, 30 maggio 2013913904_323161474476445_662576414_oSecondo un rapporto dell’agenzia statale turca Zaman, agenti della Direzione generale di sicurezza turca (Emniyet Genel Müdürlügü) hanno sequestrato 2 kg di gas Sarin nella città di Adana, alle prime ore di ieri mattina. Le armi chimiche erano in possesso ai terroristi di al-Nusra che si ritiene fossero diretti in Siria. Il Sarin è una sostanza inodore e incolore estremamente difficile da rilevare.  Il gas è vietato dalla convenzione sulle armi chimiche del 1993. L’EGM ha identificato 12 membri della cellula terroristica di al-Nusra ed ha anche sequestrato armi da fuoco e attrezzature digitali.  Questa è la seconda grande conferma ufficiale sull’uso di armi chimiche da parte dei terroristi di al-Qaida in Siria, dopo la recente dichiarazione dell’ispettore ONU Carla Del Ponte a confermare l’uso di armi chimiche da parte dei terroristi filo-occidentali in Siria. La polizia turca attualmente conduce ulteriori indagini sulle operazioni dei gruppi legati ad al-Qaida in Turchia. [1] Questa ulteriore conferma che i ‘ribelli’ siriani usano armi chimiche mentre utilizzano anche la Turchia come base per le operazioni terroristiche contro la Siria, potrebbe causare ulteriori problemi al primo ministro Recep Tayyip Erdogan, che il leader dell’opposizione turca Kemal Kilicdaroglu ha chiamato ‘capo dei terroristi’. [2] La Coalizione nazionale siriana all’estero ha persistito nell’accusare il governo siriano di usare armi chimiche. Il responsabile dei media della coalizione nazionale siriana Khaled Saleh ha detto ad al-Jazeera il 26 maggio, che le autorità turche erano certe dell’uso di armi chimiche da parte del governo siriano. Saleh ha anche sostenuto che era in contatto con i combattimenti di diversi ‘brigate’ in Siria. Forse, Saleh dovrebbe essere avvisato di consultare la polizia turca, ora che una delle sue ‘brigate’ è stata arrestata per possesso di armi chimiche. [3]
nusra_grenadeNon sorprende che questa notizia turca non ha ottenuto titoli internazionali. Dall’inizio del conflitto siriano, le agenzie di stampa internazionali hanno tentato di ritrarre l’invasione di al-Qaida in Siria come ‘rivoluzione popolare’, iniziata come ‘protesta pacifica’ contro un ‘regime brutale’. Il fatto che non ci sia mai stata un briciolo di prova a sostegno di tali affermazioni non ha ostacolato la valanga di vituperi e la demonizzazione del presidente siriano Bashar al-Assad e della Repubblica araba siriana. Il quotidiano francese Le Monde ha pubblicato un rapporto ‘esclusivo’ il 27 maggio 2013, che ha affermato di avere le ‘prove’ che il governo siriano usa armi chimiche ‘contro il proprio popolo’. Tuttavia, la relazione semplicemente si basa sulle dichiarazioni di ‘attivisti’ e “ribelli”, che la maggior parte dei commentatori più seri hanno descritto come fonti inaffidabili. L’articolo di Le Monde è apparso proprio nel momento in cui il governo francese spinge l’Unione europea a togliere l’embargo sulle armi ai terroristi in Siria. La conferma dai precedenti articoli di Le Monde che l’opposizione in Siria è di fatto al-Qaida [4], insieme alla riluttanza dei partner europei Germania, Austria e altri Paesi nel sostenere apertamente i terroristi, isolando Parigi e Londra e svelando i governi britannico e francese quali sponsor del terrorismo. Nel gennaio 2013, la televisione russa RT aveva pubblicato documenti trapelati dalla British Defence Corporation Britam, che rivelava un piano del Qatar per inviare armi chimiche a Homs in Siria con l’aiuto della Britam Defence. La società inglese avrebbe addestrato personale ucraino affinché agissero come consiglieri militari russi, al fine di accusare il governo russo del crimine. L’e-mail ha suggerito che il Qatar fornisse “enormi” somme di denaro per il piano approvato da Washington. [5] L’organizzazione terroristica Jabhat al-Nusra non ha nascosto il desiderio di gasificare la minoranza alawita in Siria. Un video postato su YouTube il 4 dicembre 2012 mostra dei terroristi sperimentare armi chimiche su conigli, giurando di sterminare gli alawiti siriani in modo simile. [6] L’iraniana PressTV ha anche pubblicato un rapporto che mostra i terroristi con armi chimiche. [7]
Mentre i terroristi filo-occidentali perdono davanti alle forze governative in Siria, la probabilità di ulteriori massacri commessi dai terroristi e di accusarne il governo siriano cresce. Tuttavia, mentre sempre più rapporti contraddicono la versione ufficiale dei media sulla guerra siriana, le voci della verità acquisiscono la massa critica, minacciando di far cadere una volta per tutte l’oppressivo impero mediatico della NATO.

Note
[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7]

Scoperto un complotto con armi chimiche di al-Qaida
Syria Report 1 giugno 2013chemweaponsPersonale dell’intelligence militare irachena ha arrestato una cellula di al-Qaida specializzata nella produzione di composti chimici per i gas sarin, mostarda e nervino che intendevano usare in Iraq e nei Paesi limitrofi. Il ministero della difesa iracheno ha detto che la cellula terroristica di cinque membri è stata sottoposta a sorveglianza per tre mesi e che aveva apparentemente ricevuto istruzioni da un altro ramo di al-Qaida. L’avvio delle operazioni delle forze di sicurezza irachene ha portato all’arresto di decine di membri dell’organizzazione al-Qaida in Iraq. Due giorni prima, Syria Report aveva rivelato un articolo dei giornali turchi che dettagliava dell’arresto di un gruppo di Jabhat al-Nusra ad Adana, Turchia. La polizia antiterrorismo aveva sequestrato, tra l’altro, 2 kg di agente nervino sarin. Il 3 maggio, Syria Report ha pubblicato un ampio articolo su al-Qaida e il suo uso di armi chimiche, tra cui il dispiegamento di Sarin. Il Sarin, o GB, è una sostanza inodore ed incolore estremamente difficile da rilevare. È usata come arma chimica grazie alla sua estrema potenza come agente nervino. E’ stata classificata arma di distruzione di massa nella risoluzione 687 dell’ONU. La produzione e il stoccaggio di Sarin è illegale secondo la Convenzione sulle armi chimiche del 1993, dove viene classificata sostanza Tabella 1. Il gas Sarin non è particolarmente difficile da produrre. Questa è la terza grande conferma ufficiale sull’uso e il possesso di armi chimiche da parte dei surrogati di al-Qaida in Siria, dopo la recente dichiarazione dell’ispettrice ONU Carla Del Ponte a conferma dell’uso di armi chimiche da parte dei militanti di Khan al-Asal, Aleppo. La polizia anti-terrorismo turca attualmente conduce ulteriori indagini sulle operazioni dei gruppi legati ad al-Qaida in Turchia.

Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Annunci

One Response to La polizia turca trova armi chimiche in possesso ai terroristi di al-Nusra diretti in Siria

  1. Pingback: FOCUS SIRIA - Pagina 269

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...