Anche l’ANPI supporta i nazisti ucraini

10653830Anche l’ANPI (Associazione nazionale ‘partigiani’ italiani) getta la mascherina ‘antifascista’, e finalmente da libero sfogo alla sua contiguità con il Mossad celebrando il golpe nazitatlantista di Kiev, supportato dal Mossad e soldati di Tzahal, dando voce ai supporter delle bande neonaziste banderiste illustratesi a Odessa e Donbass, e finanziate dal loro sodale ideologico, l’oligarca sionista e mafioso Igor Kolomojskij, finanziatore dei neonazisti di Pravij Sektor e delle loro spedizioni punitive contro comunisti, antifascisti e lavoratori del Donbas. Non potevano mancare il cantore del nazismo ucraino Di Pasquale e la russofoba a libro paga del quiotidiano La Stampa Zafesova.

1907439

Il 'saggista' Di Pasquale, o meglio, agiografo del nazismo banderista galiziano, dedica un suo libretto a un giovane fan della democrazia ucraina.

Il ‘saggista’ Di Pasquale, o meglio, agiografo del nazismo banderista galiziano, dedica un suo libretto a un giovane fan della democrazia ucraina.

Non è un caso che l’ANPI, specializzatasi nella pulizia etnica antipalestinese, ora conceda una patente di legittimità a chi uccide comunisti e autentici antifascisti. In fondo l’ANPI è un’emanazione della putrida pozzanghera atlantista nota come Partito Democratico, il cui servilismo verso le operazioni sovversive di Gladio e le ‘missioni’ di pace della NATO, é indiscutibile: Catania East Sicily Euromed summit Nato strategie 2-4 Oct 2014
Oltre 100 Parlamentari della NATO a Catania per decidere le strategie sul Mediterraneo con Andrea Manciulli – Capo Delegazione Italiana (PD), Enzo Bianco Sindaco di Catania (PD), Pietro Grasso – Presidente del Senato della Repubblica Italiana (PD), Hugh Bayley – Presidente dell’Assemblea, Parlamentare della NATO, Ali Riza Alaboyun – Presidente Special group Mediterraneo e Medio Oriente (Turchia), Federica Mogherini – Ministro degli Esteri (PD).
Sicily District

vertice nato 1Coincidenze: mentre il PD si crogiola nella kermesse atlantista di Catania, dove s’invoca un nuovo bombardamento della Libia, la cinghia di trasmissione piddina, l’ANPI, fedele alla linea blu-atlantico indice un incontro-dibattito con i sostenitori dei ‘nuovi’ alleati della NATO, i golpisti nazisti ucraini.

Pittella e Cazzulati

Pittella e Cazzulani in viaggio di piacere golpista a Kiev, a nostre spese.

International Conference on LibyaFederica Mogherini, spia della CIA e attuale ministra degli Esteri, si recò a Kiev con una delegazione “dell’Assemblea parlamentare della NATO, per incontrare rappresentanti di tutte le forze politiche (tutte?) … e poi Ong, società civile variamente organizzata, giornalisti”, partecipando attivamente alla costruzione del golpe di Gladio in Ucraina, contro il presidente eletto Janukovich. “Poco più in là, al di là della piazza, altre barricate proteggono i palazzi del potere, il Parlamento ed il palazzo presidenziale, con blindati e forze di polizia. É qui che passiamo la giornata, in un Parlamento che sembra essere stato aperto solo per noi – e probabilmente é proprio così“. “Ma c’é anche il racconto di un giovane deputato di uno dei partiti di opposizione che, dopo aver richiamato la necessità della non violenza e del dialogo nel corso dell’incontro, nella pausa per il pranzo ci spiega con disinvoltura inconsapevole che stanno mettendo su un esercito parallelo, strutturato non solo a Kiev e non solo per difendere la piazza“. Mogherini e gli altri gerarchi della NATO si erano recati a Kiev ad organizzare le forze naziatlantiste, ovvero Gladio, in vista del golpe che venne attuato il 22 febbraio. E non solo, ma a preprare le forze per reprimere l’opposizione al piano nazi-atlantista e, soprattutto, per distruggere le regioni orientali russofone e filorusse. Ciliegina sulla torta, “E sì, certamente la Russia di Putin ha rivitalizzato un atteggiamento di egemonia regionale che accentua la competizione con “l’Occidente”, senza dubbio alcuno“. Non è un caso che Mogherini, da ministra degli Esteri dell’UE sia all’avanguardia nella nuova crociata contro la Russia, definendola ‘non più un partner strategico dell’Europa’. No, per Mogherini Mosca non è mai stata un partner strategico dell’Europa, perché non è mai stata un partner strategico della NATO, vero referente e creatore di Federica Mogherini, commissaria agli Esteri dell’Unione Europea. BlogMog

Mauro Voerzio

Mauro Voerzio

Il nazista Voerzio ha organizzato una kermesse con la sua associazione banderista Italia-Ucraina, dove con il compiaciuto sostegno del PD e la partecipazione di Zafesova, Di Pasquale e Cazzulani, raccoglieva fondi per le truppe neonaziste della Guardia nazionale ucraina ed ospitava il mercenario neonazista Francesco Fontana, reduce del massacro di Odessa, a cui ha partecipato, e delle operazioni squadristiche del battaglione neonazista Azov finanziato, guarda caso, dal mafioso ebreo sionista Kolomojskij e dal deputato nazista pedofilo Oleg Ljashko.

voerzio3

Francesco Saverio Fontana, il neonazista che ha partecipato ai massacri di Odessa e nel Donbas, nei ranghi del battaglione neonazista Azov.

Francesco Saverio Fontana, il neonazista che ha partecipato ai massacri di Odessa e nel Donbas, nei ranghi del battaglione neonazista Azov, qui è alla kermesse banderista di Milano, 14 settembre 2014.

0_f9028_e6551baf_origFontana ha dichiarato di essere andato in Ucraina, dove “Io sono volontario, non prendo soldi. Ho pagato per venire in Ucraina. Questa esperienza l’ho sognata tutta la vita, l’ho desiderato. Non c’è spazio per i sentimentalismi. Questa è la guerra. Sono qui per uccidere“. Fascisti stranieri pagano il safari con diritto di uccidere gli ucraini. Fontana, come il nazista Voerzio e il nazipiddino banderista Cazzulani, chiaramente godono del sostegno dei servizi segreti italiani AISE e AISI, storicamente collegati al PD.

L'ANPI come si crede

L’ANPI come si crede

L'ANPI nella realtà.

L’ANPI nella realtà

La spettacolare miseria del piddismo atlantista
Alla cortese attenzione della Presidenza, della Segreteria e del Comitato nazionale Anpi e della sez. di Vittorio Veneto

380px-Mossad_seal.svg_Oggetto: Convegno Ucraina previsto per sabato 18 p. v. a Vittorio Veneto Sul blog “Aurora”, di evidente orientamento rossobrunista, è comparso questo post di attacco all’Anpi, passibile di querela per i contenuti diffamatori che esprime. L’intento è, palesemente, quello di gettare discredito sulla nostra Associazione al fine di delegittimare l’Antifascismo in generale, soprattutto agli occhi delle masse giovanili che, in alcuni casi, rari certo ma non per questo non allarmanti, ci cascano. Perciò occorre prestare a queste espressioni la massima attenzione.
Il pretesto è quello dell’ennesimo convegno locale che vede nostre sezioni dibattere pubblicamente su temi delicati con personaggi, in teoria e pratica, non proprio in sintonia con l’Antifascismo. Sulla questione ucraina, come ribadito da più parti, il posto dell’Associazione partigiani non può che essere al fianco delle forze che in quelle terre si stanno battendo contro la giunta golpista di Kiev, con i suoi palesi richiami al collaborazionismo filonazista della Seconda guerra mondiale, sebbene nella consapevolezza che l’Antifascismo espresso da quelle forze possa presentare caratteri più patriottici che strettamente valoriali. Anche nella Resistenza, da noi come nei paesi slavi, esistevano però più “pensamenti” (l’espressione è di Sigaro, esponente della Banda bassotti, il gruppo che proprio ora si trova nel Donbass con la Carovana antifascista).
L’Anpi ha in questi tempi preso serie posizioni in netta autonomia dai partiti. Sulla stessa guerra ucraina, fatto salvo un tentennamento iniziale, si sono denunciati i rigurgiti neonazisti; sul Medio Oriente si sono denunciati gli attacchi israeliani a Gaza. Nella politica interna si stanno contrastando energicamente le riforme costituzionali, e sociali, in corso. In luce di ciò, per quanto in quest’occasione il titolo del Convegno presenti un punto interrogativo, l’Anpi, che certo non deve sottrarsi al confronto, ha l‘obbligo, in ogni dove, di mettere al primo posto la condanna del nazifascismo, che qui non risulta affatto.
Salute & solidarietà

Silvio Antonini
Presidente Cp Anpi Viterbo

L’affermazione da tarantolato di tale ‘partigiano’, indica che la denuncia qui presentata, ha solidissime ragioni e fondamenti.
Lo squallore che gronda la lettera di tale Antonini è infinito: chi sostiene Siria, Russia, Cina, Venezuela e Novorossija contro l’aggressione atlantista, viene bollatto, da costui, presunto ‘partigiano’, come un rosso-bruno, infido fascista, pur avendo il sottoscritto perso cinque anni nel cosiddetto Partito della Rifondazione Comunista, e per giunta nella frazione di Ferrando-Grisolia. Ma sempre per tale Antonini, “sono personaggi, in teoria e pratica, non proprio in sintonia con l’Antifascismo”, coloro che invece sostengono il golpe di Gladio a Kiev, attuato per interesse del Patto Atlantico, dell’Unione Europea e degli USA (si chiama imperialismo dappertutto, tranne che nei covi sionisti dell’ANPI e del PD), e tramite l’impiego di bande di teppisti dishiaratamente e apertamente fascisti, autori di massacri a Piazza Majdan a Kiev, ad Odessa, nel palazzo dei sindacati (non mi pare che l’ANPI abbia spiccicato parola su tale crimine), ed infine dei massacri nel Donbass compiuti assieme a militanti “non propriamente antifascisti”. Che dire? Nauseante, come è nauseante questo mondo di ‘pigliainculo’ della sinistra italiana, tutta allineata in appoggio ai bombardamenti a Jugoslavia e Libia, e alle aggressioni contro Siria, Venezuela, Cuba (la cheeleaders della CIA Yoani Sanchez, è un’icona dell’universo piddino) e ultimamente Ucraina, dove tutta o quasi la cosiddetta sinistra italiana organizzata si è schierata in appoggio alla ‘rivoluzione colorata’ di Majdan e ai conseguenti crimini russofobi, dal divieto del Partito Comunista e del Partito delle Regioni, alla tentata invasione della Nuovarussia, passando per le fosse comuni che sempre più numerose vengono scovate nel Donbas-Donets. Vergognoso, ma non poi tanto. La missione dell’ANPI, oggi, è supportare le aggressioni atlantiste ovunque: dalla Libia a Gaza, dalla Siria ad Hong Kong, ammantantole di farsesche fraseologie democraticiste. Da qui, l’esempio ultimo di denigrare e infangare la Resistenza della popolazione di Novorossija (la Resistenza, lo sanno cos’è la Resistenza i burocratelli piddino-anpini? Non è il voto farsa alle primarie truccate del PD, ad esempio) affermando che è intrecciata con ‘le oscure forze reazionarie’ russe, ungheresi, francesi e peggio che peggio, con Putin stesso, il demonio come indicano Obama e la sua coorte di buffoni mediatici hollywoodiani, referenti culturali-ideologici dell’ANPI, del PD e della cosiddetta ‘sinistra diffusa’. Una sinistra diffusa che seguendo pavlovianamente i cliché ideologici del circo mediatico hollywoodiano, denigra la storia stessa del movimento comunista e operaio mondiale, infamando le esperienze societica, cinese, jugoslava, perfino cubana, e che oggi diffama chiunque si opponga all’imperialismo: Siria, Iran, Bielorussia, Venezuela, perfino i presidenti autenticamente socialdemocratici latinoamericani come Rousseff, Kirchner, Morales, Ortega e Correa. Tutti vengono infangati quotidianemnte dai pornogiornalacci Repubblica e Fatto quotidiano: guide ideologiche della ‘sinistra diffusa’ italiana e del PD (e quindi anche dall’ANPI) in primo luogo.
Non è un mistero che l’ANPI sia affetto da russofobia, come lo è la sinistra italiana, che più è radicale, più è russsofoba e più sposa l’ideologia creata dall’ex-ufficiale dell’US Army Gene Sharp, specializzato nella guerra pisoclogica, e spacciata dalle ONG di Washington e di George Soros, il criminale oligarca miliardario statunitense che finanzia tutte le ‘rivoluzioni colorate’ e le ‘primavere arabe’ che solo morte e distruzione hanno saputo diffondere. E sempre, sempre!, tra gli applausi e l’istigazione delle sinistre italiane, ANPI anti-palestinese compresa. Non era l’Unità, quotidiano-cult della sinistra italiana, piddina e anpina, che affermava a tambur battente che i cittadini ucraini, vittime dell’orrendo pogrom nazista cui hanno partecipato i sodali degli esimi invitati ‘non proprio in sintonia con l’Antifascismo’, si erano dati fuoco da soli? Questa infamia non ha mai suscitato l’indignazione di Antonini e dei suoi sodali ‘partigiani’?? Non mi risulta.
Riguardo alla Mogherini, che sia una spia degli USA, basta per provarlo questo passaggio:
“C) Mogherini discussed government formation developments in light of the recent decision by DS President Massimo D’Alema to step aside and allow Communist Renewal Secretary Fausto Bertinotti (RC) to take the pole position for the important Presidency of the Chamber of Deputies. She argued that Prodi strengthened his coalition and reinforced the more moderate elements within the Communist Renewal party by giving Bertinotti such a high-profile institutional position in the new government. By making Bertinotti part of the establishment, Prodi weakened the more extreme elements within Bertinotti’s party and has ensured a more cooperative, centrist RC party.”  Wikileaks
Non serve aggiungere altro.


GladioEmblem

Advertisements

10 Responses to Anche l’ANPI supporta i nazisti ucraini

  1. Pingback: 3D unificato - FOCUS UCRAINA - Pagina 1035

  2. pauldroogo says:

    Gli opportunisti del PCI, nel passaggio al PD non hanno, per questo, smesso di essere opportunisti. Ma nemmeno di puntare sul cavallo sbagliato.

  3. Pingback: I “Nazisti” dell’ANPI | massimopreti.it

  4. Mary Flowers says:

    SARA’ L’ALZHEIMER CHE FA CONFONDERE E DIMENTICARE

  5. Fuori!
    E’ giunto il tempo del “Grande Rifiuto” di Herbert Marcuse. Bisogna portarsi fuori. E non è facile per chi vi è dentro fino ai capelli.
    50 esatti anni fa, Marcuse predisse la conciliazione degli opposti verso cui muovevano le ideologie interne alle “società tecnologicamente avanzate”, e ne predisse il carattere intrinsecamente totalitario.
    Avevo vent’anni quando cominciai a incuriosirmene. I suoi testi li ho letti e riletti, ed hanno i solchi e le pagine ingiallite. Forse sono le rughe che il buon Dio finora mi ha risparmiato.

  6. Pingback: La spettacolare miseria del piddismo atlantista | Aurora

  7. Al Fi says:

    Mi sembra evidente la matrice sionista della strategia del caos mondiale.

  8. Pingback: Corbyn, Lafazanis e l’ascarismo della sinistra | Aurora

  9. Pingback: Jeremy Corbyn… | massimopreti.it

  10. Pingback: Corbyn, Lafazanis e l’ascarismo della sinistra… | Sa Defenza

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...