Putin e Shojgu sulle operazioni in Siria

Putin incontra il Ministro della Difesa Sergej Shojgu
Cremlino, Mosca, 8 dicembre 2015

Vladimir Putin ha avuto un incontro di lavoro con il ministro della Difesa Sergej Shojgu. In particolare, il Ministro della Difesa ha informato il Presidente sulla scoperta del registratore di volo dal jet da combattimento russo abbattuto in Siria dall’aviazione turca.President Vladimir Putin meets with Defense Minister Sergei ShoiguPresidente della Russia Vladimir Putin: Come procede il lavoro, signor Shojgu? Io e voi dovremo discutere i preparativi per la riunione annuale del Consiglio (Ministero della Difesa) sui risultati annuali, ma ora cerchiamo di arrivare ai nostri affari correnti, per favore.
Ministro della Difesa Sergej Shojgu: Signor Presidente, in linea con le vostre istruzioni, il 5 dicembre abbiamo aumentato l’intensità dei nostri attacchi e preparato e lanciato un massiccio attacco aereo e missilistico con i bombardieri strategici Tu-22 dal territorio della Federazione russa. Per la prima volta abbiamo lanciato missili da crociera Kalibr dal sottomarino Rostov-na-Donu nel Mar Mediterraneo. L’Aeronautica e la flotta sottomarina hanno avuto successo, colpendo tutti i bersagli. I missili Kalibr hanno ancora una volta dimostrato la loro efficienza a lunga gittata. Abbiamo testato sia il lancio dei missili che il loro volo, oltre ad assicurarci di aver colpito gli obiettivi, due importanti strutture terroristiche a Raqqah. In questi ultimi tre giorni, aerei Tu-22 hanno effettuato 60 missioni di combattimento e colpito 32 obiettivi. Tutti gli obiettivi sono stati già completamente esplorati con ogni sistema d’intelligence, in modo che possiamo dire con piena fiducia che danni significativi sono stati inflitti a depositi di munizioni, impianti di produzione di vari tipi di mine e, naturalmente, infrastrutture petrolifere, in altre parole, raffinazione e trasporto. Inoltre, in contemporaneamente agli aerei Tu-22 e al sottomarino, i nostri aerei della base aerea di Humaymim hanno operato per tre giorni. Abbiamo effettuato oltre 300 sortite e colpito più di 600 obiettivi diversi. Devo anche dire che le vostre istruzioni sono state adempiute: i caccia Su-30 hanno scortato assolutamente tutti i voli. Questo è vero per l’Aeronautica strategica nei voli ad alta quota, così come per gli aerei d’attacco e i bombardieri che decollano dalla base aerea di Humaymim.

Vladimir Putin: E il sottomarino ha lanciato in immersione?
Sergej Shojgu: Sì, signor Presidente, il sottomarino ha compiuto lanci in immersione perché avevate dato istruzioni di testare le nostre nuove armi in tutti gli ambienti in cui possono essere utilizzate, in aria e in mare. Abbiamo lanciato missili dal mare con la Flottiglia del Caspio. Ora abbiamo testato e dimostrato lanci reali di missili dal Mediterraneo contro obiettivi reali. Abbiamo avvertito i nostri colleghi di Israele e Stati Uniti che avremmo condotto questi lanci oggi. Prima, i lanci furono effettuati da navi di superficie della Flotta del Nord, nei mari del Nord. Dalla base aerea di Humaymim abbiamo attivamente operato sui territori in cui hanno sede i terroristi che hanno ucciso il nostro pilota. Di conseguenza, tutte queste aree sono state liberate con le forze operative speciali dell’esercito siriano…

Vladimir Putin: che cercavano l’equipaggio?
Sergej Shojgu: Sì. I membri del servizio siriano hanno rastrellato il territorio, rilevando il luogo dello schianto del nostro aereo, e tutti questi banditi fuggivano così in fretta che non hanno avuto il tempo di prendere nulla dal velivolo, così abbiamo scoperto il registratore parametrico che vi abbiamo portato e che vorrei mostrarvi.

Vladimir Putin: Sugli attacchi dal sottomarino. Abbiamo certamente bisogno di analizzare tutto quello che succede sul campo di battaglia, come funzionano le armi. I missili Kalibr e Kh-101 generalmente mostrano risultati molto buoni. Ora vediamo queste nuove, moderne e altamente efficaci armi ad alta precisione che possono essere dotate di testate nucleari, convenzionali o speciali. Naturalmente, non ne abbiamo bisogno nella lotta ai terroristi, e spero che non ne avremo mai bisogno. Ma nel complesso, questo dice molto sui nostri significativi progressi nel migliorare armi ed equipaggiamenti in dotazione ad esercito e marina russi. Sul registratore parametrico, diamo un’occhiata ora. L’avete aperto?
Sergej Shojgu: No, signor Presidente.

Vladimir Putin: vi chiederò di non aprirlo per ora, e di aprirlo solo in presenza di esperti stranieri e di registrare tutto con cura. Mi pare di capire che il registratore parametrico ci darà la possibilità di capire chiaramente tutta il volo del Su-24 da posizione e momento in cui è decollato al momento in cui è caduto, velocità, altitudine, tutte le manovre compiute durante il volo. In altre parole, possiamo capire dove fosse in realtà e dove ha subito il criminale colpo dall’aviazione turca, di cui abbiamo discusso molte volte. E voglio chiarirlo subito. Certo, dobbiamo sapere queste informazioni. Ma indipendentemente da ciò che sapremo, il nostro atteggiamento verso ciò che è stato commesso dalle autorità turche non cambierà. Ripeto, abbiamo trattato la Turchia non solo da nazione amica, ma da alleata nella lotta al terrorismo e nessuno si aspettava tale infida pugnalata alla schiena. Ma noi, ovviamente, dobbiamo sapere tutti i dettagli di ciò che è successo. Quindi dobbiamo lavorare su questo dispositivo molto attentamente e accuratamente, al massimo livello professionale, in collaborazione con esperti internazionali. In ogni caso, dovremmo invitare chiunque voglia prendere parte a questo lavoro. Dobbiamo sicuramente ringraziare i nostri soldati delle forze speciali, delle unità di ricerca e soccorso, e gli effettivi del servizio siriano per il recupero del registratore, che sicuramente aiuterà a stabilire ciò che è accaduto.1031460764

Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Annunci

3 Responses to Putin e Shojgu sulle operazioni in Siria

  1. Pingback: Putin e Shojgu sulle operazioni in Siria - Una Lira per l'Italia

  2. Pingback: Putin e Shojgu sulle operazioni in Siria | 9 Dicembre Forconi

  3. Pingback: Putin e Shojgu sulle operazioni in Siria | Una Lira per l'Italia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...