Cina e Russia sfideranno il dominio della Marina degli Stati Uniti?

Quotidiano del Popolo, 15 gennaio 2016 – Fort Russ

Secondo la televisione centrale della Cina (CCTV), il 5 gennaio l’US Navy ha pubblicato un rapporto in cui si afferma che, dalla fine della guerra fredda l’US Navy non affrontava concorrenze. Ora, però, l’incremento della potenza militare di Cina e Russia portano le forze armate degli Stati Uniti, per la prima volta in 25 anni, ad affrontare un nemico.RTR3PR89Qual è la forza della Marina statunitense?
Il rapporto è intitolato: “La conservazione della posizione dominante degli Stati Uniti sul mare“. Il rapporto analizza la situazione attuale della Marina degli Stati Uniti e i suoi problemi principali, oltre alle misure che saranno adottate dagli Stati Uniti per risolvere i problemi nei prossimi 4 anni. Infatti, nonostante minacce e sfide continue, è innegabile che l’US Navy rimanga la più potente forza navale del mondo. Più importante è il fatto che la ricerca tecnologica e lo sviluppo delle forze armate degli Stati Uniti non si è fermata nel dicembre 2015. L’ultimo cacciatorpediniere statunitense Zumwalt ha passato il primo test, e se tutto va bene sarà operativo nel 2016; è prevista la nuova generazione di portaerei Ford anch’essa operativa quest’anno, e entro il 2019 avrà piena capacità di combattimento. L’esperto militare Yin Zhuo ha sottolineato che l’US Navy è forte in primo luogo “nell’informazione”, ha la leadership in settori come la guerra elettronica, dove tutte le piattaforme di combattimento possono essere incluse nella rete, rafforzando in modo significativo la capacità di combattimento congiunta. Inoltre, l’US Navy è all’avanguardia nel mondo, “una generazione avanti” negli equipaggiamenti militari agli altri Paesi.

Che pressione esercitano Cina e Russia sull’US Navy?
Nell’ultimo rapporto dell’US Navy si descrivono Cina e Russia come avversari che continuano ad aumentare gli armamenti, tra cui molte che mirano alle debolezze degli Stati Uniti. La riduzione del bilancio degli Stati Uniti significa che, di fronte a una sfida, l’US Navy non potrà risolvere i problemi secondo l’acquisto di armi. Sullo sviluppo della Marina cinese, i militari statunitensi naturalmente si concentrano sul salto simultaneo in quantità e qualità degli ultimi anni. Sugli indicatori quantitativi, secondo i dati del “Rapporto sulla strategia di sicurezza per le aree marittime della regione Asia-Pacifico“, nel 2015 il numero totale di navi da guerra cinesi era salito a 303. Secondo i militari statunitensi, il numero di navi da guerra cinesi non solo supera tutti gli altri Paesi asiatici, ma supera anche le forze navali statunitensi; dato che quando l’US Navy ha presentato l’ultimo rapporto, “Associated Press” citava una fonte militare secondo cui oggi dispone di 272 navi da guerra, per cui gli Stati Uniti sono già dietro la Cina. Sulla qualità, la preoccupazione principale degli Stati Uniti sono portaerei e sottomarini. Recentemente, il Ministero della Difesa della Cina ha annunciato che la prima portaerei di produzione cinese è in costruzione a Dalian. I funzionari cinesi non hanno rivelato i piani per future portaerei cinesi, ma il Pentagono ritiene che entro il 2030 la Marina cinese avrà una serie di portaerei. Inoltre, recentemente i vertici della Marina militare degli Stati Uniti hanno anche confermato che i sottomarini nucleari strategici cinesi, nel 2015, per la prima volta, effettuarono una missione strategica, indicando la prima generazione di “reali capacità nucleari navali” cinesi. Tuttavia, l’informazione non è stata confermata dal Ministero della Difesa della Cina. Yin Zhuo ha detto che la narrazione dell’US Navy sulla minaccia della Marina cinese è dovuta principalmente alla lotta per la spesa militare. Negli ultimi anni, la flotta cinese ha colmato il gap tecnologico militare con gli Stati Uniti, ma gli Stati Uniti hanno ancora speranze. Come in passato, sul controllo delle aree marittime della Cina, in futuro la Marina cinese certamente rafforzerà la capacità di proteggere i propri interessi vitali.
Yin Zhuo: “La pressione della Marina russa sugli Stati Uniti si traduce principalmente nella minaccia delle armi nucleari tattiche alle portaerei statunitensi, e per altri scopi, dato che la Russia è l’unico Paese che può distruggere gli Stati Uniti con armi nucleari navali. Attualmente la Marina russa rivive e in futuro potrebbe passare dalla difesa costiera alle acque oceaniche. Senza gli Stati Uniti, nessun Paese europeo può raggiungere la potenza della Marina russa. Le forze militari degli Stati Uniti sono inseparabili da quelle europee, con conseguente trasferimento del centro di gravità strategico verso l’Oriente“.China and Russia  2012 SinoRussian joint maritime military exercises in QingdaoTraduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...