Raqqa esplode: il Baath guida l’assalto ai terroristi sauditi

Ziad Fadil, Syrian Perspective

Raqqa-600x350Ciò che abbiamo detto ieri è assolutamente vero. Eravamo gli unici in questa follia mediatica a dire al mondo che il partito Baath ha acceso l’incendio che devasterà lo “Stato islamico” a Raqqa. E’ il Baath che s’è addestrato nell’impiego dei sistemi di comunicazione forniti dal governo ed è il Baath che ha quadri e cellule organizzate nella città che arrivano finalmente al punto di poter dissipare la puzza soffocante dello SIIL e del suo insensato wahhabismo. Possiamo confermare la defezione di oltre 350 ratti dello SIIL con le loro rumorose famiglie del Faylaq al-Sham, ma molti sono stati uccisi dai nostri agenti mentre cercavano disperatamente di lasciare Raqqa verso nord. Quello che non sapevano, e non potevano sapere, è che i terroristi che credevano appartenessero al Faylaq al-Sham, in realtà sono agenti del Direttorato dell’intelligence militare dell’Esercito arabo siriano. Sono stati tutti arrestati, le loro famiglie inviate al sicuro per l’interrogatorio.
Abu Ali al-Tunisi, “capo dei servizi segreti di al-Raqqa” dello SIIL, è stato eliminato da irregolari del partito Baath al suo passaggio presso l’albergo al-Taj con i 5 aiutanti che l’accompagnavano. Ogni ratto scovato ha ricevuto uno speciale colpo di grazia per gentile concessione del Baath. Presso il garage centrale degli autobus della città, la rotonda al-Dalah, i quartieri al-Rumayla e al-Dariya, e il Ponte Nuovo di Raqqa, la bandiera della Repubblica araba siriana, non quella del mandato francese dei traditori, sventola a dispetto dei trogloditi preistorici che infestano questa bella città.
In esclusiva per SyrPer: lo SIIL ha invocato la “mobilitazione generale” per contrastare l’offensiva riuscita guidata dal partito Baath e ha tentato di riprendere il garage degli autobus e la zona dell’albergo. I tentativi d’istituire posti di blocco e fortificazioni sono falliti avendo i ratti appreso che i patrioti sono dotati di numerosi RPG, molti sequestrati dall’EAS ai ratti morti ovunque in Siria. Queste armi sono state utilizzate in modo efficace per distruggere i veicoli dello SIIL, in particolare le ruspe, interrompendo gli sforzi dei terroristi per costruire posizioni difensive. Possiamo confermare l’anarchia nelle file dei ratti dello SIIL mentre i capi dimostrano intolleranza ai suggerimenti dai loro vice, in particolare coloro che non parlano turco o ceceno.SyriaMapTraduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...