La Russia deve armarsi fino ai denti per fermare l’aggressione della NATO

Said Gafurov, Pravda 21/03/2016

La Russia stava volutamente distruggendo la propria industria della difesa negli anni ’90. L’amministrazione russa riteneva che la Russia non avesse nemici. La smilitarizzazione dell’economia le costò molto, ma per fortuna, il Paese s’è svegliato in tempo. Oggi, il rilancio dell’industria della Difesa russa è in pieno svolgimento.264542La guerra è una cosa terribile. Questa è probabilmente la cosa peggiore che possa mai accadere nella storia dell’umanità. Si deve fare tutto il possibile per evitarla e se accade, si deve fare tutto il possibile per porvi termine, come ha fatto la Russia in Siria per esempio, sponsorizzando la conferenza di pace tra il governo siriano e l’opposizione.

L’odore del sangue
L’atteggiamento aggressivo della NATO è la cosa più sgradevole di questa situazione. L’attuale generazione di politici occidentali sente il sangue. Sono dei predatori, come gli squali in mare, che corrono per catturare e uccidere la preda. Dopo il crollo dell’Unione Sovietica, abbiamo visto l’aggressione della NATO a numerosi Paesi: Iraq, Libia, Jugoslavia e poi Serbia, e il tentativo di organizzare l’invasione della Siria. La NATO non comprende il potere delle parole, ma solo il potere della forza. La prova migliore di ciò è l’Ucraina, quando un gruppo di ribelli, non più di 30000, uccise la democrazia ucraina rovesciando il presidente legittimo di un Paese di 45 milioni e gettando il Paese in un pantano sanguinoso. La Russia deve essere completamente armata per fermare l’aggressione della NATO. La Russia deve spendere per la difesa, altrimenti dovrà pagare con il sangue.

Le forze russe ricevono nuove armi
Nel 2015, le forze russe hanno ricevuto più di 1000 veicoli corazzati, 300 complessi missilistici antiaerei, più di 3400 autoveicoli, circa 22000 unità di sistemi di comunicazione, 2 sistemi missilistici tattici Iskander. Le truppe aerospaziali russe hanno ricevuto più di 230 aerei, 158 elicotteri, 191 stazioni radar, 4 sistemi missilistici antiaerei S-400, più di 35000 armamenti per aerei, 9 veicoli spaziali. Inoltre, 7 missili vettori hanno posto in orbita 8 satelliti militari. La Marina russa ha ricevuto 4 navi da guerra, 4 sottomarini, 52 navi ausiliarie, 2 complessi missilistici costieri Bastion, 27 aerei, 45 complessi di artiglieria. Le truppe aviotrasportate russe hanno ricevuto 114 blindati, 2 sistemi missilistici antiaerei Verba, 11000 sistemi di aviolancio. Le Forze missilistiche strategiche russe hanno ricevuto 21 missili balistici strategici, 386 gruppi e componenti di complessi missilistici mobili e fissi. Naturalmente, ci auguriamo che tutte queste armi non siano mai utilizzate in combattimento. Eppure, tutte queste armi sono la doccia fredda che raffredda l’ardore dei falchi del Pentagono, dal comportamento molto aggressivo. Da un lato, cercano d’intimidire la Russia, ma d’altra parte parlano dell’immaginaria minaccia russa. Ciò è in parte dovuto al fatto che sono in pieno esercizio finanziario, e il complesso militare-industriale degli Stati Uniti vuole ricevere il più possibile dal presidente uscente che si prepara a lasciare la Casa Bianca.
La Russia ha adempiuto alle commesse statali sui nuovi modelli di armi per il 97 per cento nel 2015. sembra molto ma il 3 per cento disperso è pure troppo, corrispondente a 15 aerei, 8 navi e imbarcazioni, 17 sistemi di controllo automatici, 3 missili vettori Rokot, una testata, 253 missili di vario tipo e 240 blindati. Il Presidente Putin era preoccupato per i contratti in ritardo e non adempiuti. I motivi includono cattiva organizzazione delle attività di pianificazione, scarso uso delle risorse, cessazione della produzione di pezzi di ricambio e materiali, perdite nella produzione. In effetti, la Russia ha perso le produzioni che si avevano nell’URSS. “Sappiamo che le persone possono lavorare, in un punto, su tre turni, anche di notte, ma la produzione, in un altro punto, non sono sufficientemente sviluppata. Questo è il risultato del lavoro scoordinato, e c’è molto da fare per avere il risultato richiesto“, ha detto Putin. La Russia attua il programma di sostituzione delle importazioni, la produzione di molte componenti è stata lanciata, ma ci sono ancora molti problemi. Allo stesso tempo, le restrizioni alla fornitura dei pezzi di ricambio provenienti da Ucraina e Paesi NATO e UE non hanno influenzato l’attuazione degli ordini dello Stato nel 2015. Se la Russia distrugge la produzione di metalli, il Paese avrà inevitabilmente problemi nell’industria della difesa. Per il momento la Cina aiuta la Russia a risolvere molti problemi, ma qui non deve essere così perché l’industria della difesa è l’area in cui la Russia deve fare affidamento esclusivamente su se stessa.1103918

Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Advertisements

One Response to La Russia deve armarsi fino ai denti per fermare l’aggressione della NATO

  1. Pingback: La Russia deve armarsi fino ai denti per fermare l’aggressione della NATO - Vox Populi Blog

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...