Panama Papers: Psy-Op della CIA

Aanirfan 5 aprile 2016MF-English-PhotoJuergen Mossack gestisce la società di Panama che aiuta l’élite ad evitare le tasse. Juergen è il figlio del defunto Erhard Mossack che lavorò per la CIA. Durante la seconda guerra mondiale, Erhard era un ufficiale delle SS. Daily Mail4894956_6_ff01_jurgen-mossack_d5e4bda86582fa65f19db73565331b3fErhard potrebbe essere stato reclutato per l’Operazione Gladio della CIA effettuando terrorismo in Europa. C’è la convinzione che la CIA sia gestita da un’alleanza di nazisti, sionisti e mafiosi. C’è la convinzione che le fughe dei Panama Papers sia volto adaiutare Soros, Rockefeller e le banche statunitensi contro i loro nemici, come le banche svizzere, inglesi, Putin e Assad. Credit Suisse ricapitalizza nuovo investimentiBCCILa CIA fa pieno uso di banche oscure?
Usama bin Ladin aveva un conto presso la banca nota come BCCI, ‘gestita dalla CIA’. Criminali al comando; BCCI e mafiosi…
Una fuga di ‘massiccia’ di dossier dalla compagnia Mossack Fonseca di Panama svela l’uso di società off-shore, presumibilmente per evasione fiscale e riciclaggio di denaro, da parte di numerosi politici. Non c’è nulla di illegale nell’utilizzo di società offshore. I dati trapelate sono stati ottenuti dal quotidiano tedesco Süddeutsche Zeitung presso una fonte anonima. Fughe sui mega-ricchi / Piccoli sporchi segreti / I miliardari esportano ricchezza offshore
Le fughe sarebbero volte a mettere in difficoltà i Paesi che la CIA intende per destabilizzare. Le fughe sembrano essere utilizzato per attaccare Assad in Siria, Putin in Russia e di altri nemici di CIA e Mossad. Gli Stati Uniti “hanno un grosso ruolo nel plasmare il destino di Panama“.12961434Craig Murray scrive: I guardiani dei media corporativi proteggono 1% occidentale. “Non si parla affatto dell’utilizzo di Mossack Fonseca da parte di grandi società e miliardari occidentali, suoi principali clienti. E il Guardian è rapido a rassicurare che ‘gran parte del materiale fuoriuscito rimarrà privato’. “Cosa vi aspettate? La fuga è gestito dal grandiosamente ma ridicolmente denominato ‘International Consortium of Investigative Journalists’, finanziato e organizzato interamente dal Center for Public Integrity degli USA, i cui finanziatori comprendono
Ford Foundation
Carnegie Endowment
Rockefeller Family Fund
WK Kellogg Foundation
Open Society Foundation (Soros)
1459719490-9701-35e2e-2016-04-03-23-42-35png-1024x314Tra gli elencati nei dossier trapelati vi sono:
Mauricio Macri – Presidente dell’Argentina
Macri, che ha promesso di combattere la corruzione, appare come direttore della Fleg Trading Ltd., costituita nelle Bahamas nel 1998, una connessione finanziaria che Macrì non rivelò nella dichiarazioni patrimoniali quando era sindaco di Buenos Aires.

Ian Cameron, padre di David Cameron
Cameron ha contribuito a creare e sviluppare la Blairmore Holdings Inc. a Panama nel 1982

Ayad Allawi, ex-premier iracheno
Allawi ha contribuito a sostenere la guerra contro Sadam Husayn. Allawi ha una società registrata a Panama, la FMI Holdings Inc., e un’altra società off-shore, la Moonlight Estates Ltd.

Sigmundur David Gunnlaugsson, primo ministro dell’Islanda
Gunnlaugsson ha portato il Partito Progressista alla vittoria dopo la crisi finanziaria del 2008. Gunnlaugsson e la ricca moglie sono proprietari di una società di comodo Isole Vergini inglesi, la Wintris Inc., che ha aveva quasi 4 milioni di dollari di obbligazioni in tre grandi banche islandesi. Non dichiarò la proprietà della Wintris entrando nel Parlamento nel 2009.

Re Salman al-Saud, re dell’Arabia Saudita
Attraverso una serie di società di comodo nelle Isole Vergini inglesi, il re saudita sembra aver avuto diverse mutui per case di lusso a Londra e “uno yacht di lusso lungo quanto un campo di calcio“.

Petro Poroshenko, presidente dell’Ucraina
Poroshenko divenne l’azionista unico della Prime Asset Partners Limited nel 2014.

Rami e Hafiz Maqluf, cugini del Presidente siriano Bashar al-Assad
Sembrano aver usato vari conti off-shore per evitare il congelamento dei beni.

Kojo, figlio del’ ex-segretario generale dell’ONU Kofi Annan
La ditta di Kojo vinse un grosso contratto preso il programma umanitario delle Nazioni Unite Oil-for-Food in Iraq. Koji Annan ha guidato diverse società di comodo off-shore.

Famigliari di Nawaz Sharif, premier del Pakistan
Le società offshore ‘sono gestiti dai figli di Sharif, Mariam, Husayn e Hasan’.

Arkadij e Boris Rotenberg, amici di Vladimir Putin
Guidavano almeno sette società di comodo nelle Isole Vergini inglesi. “Coinvolto in tutto, dagli investimenti in una importante società di costruzioni… all’acquisto di attrezzature per la costruzione di una villa italiana in Toscana per il figlio di Arkadij“.

Xi Jinping – presidente della Cina
Collegato a dei conti offshoreUSAID-is-CIA-395x300I leader nazionali nominati nella fuga:
1. il presidente dell’UAE Qalifa bin Zayad bin Sultan al-Nahyan
2. L’ex-prima ministra della Georgia Bidzina Ivanishvili
3. L’ex-primo ministro della Giordania Ali Abu al-Raghab
4. L’ex-primo ministro del Qatar Hamad bin Jasim bin Jabar al-Thani
5. L’ex-emiro del Qatar shayq Hamad bin Qalifa al-Thani
6. L’ex-presidente sudanese Ahmad Ali al-Mirghani
6. L’ex-primo ministro dell’Ucraina Pavlo Lazarenko
Lord Ashcroft, baronessa Pamela Sharples e l’ex-deputato tory Michael Mates sono tra i politici inglesi nominati nella fuga dei dati. Daily Mailvarldsledare-panamaTraduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...