T-14 Armata: salto generazionale nella guerra dei corazzati

Andrej Akulov Strategic Culture Foundation 04/05/201613047779Il nuovo carro armato principale (MBT) della Russia T-14 Armata fece la prima apparizione un anno fa, durante la Parata del Giorno della Vittoria del maggio 2015. A differenza di oggi, il mezzo era solo un prototipo segreto. E’ noto da poco che Uralvagonzavod fornirà il primo lotto di 100 carri armati operativi T-14 Armata alle forze di terra russe tra il 2017 e il 2018. L’esercito russo prevede di acquisire 2300 T-14 prima del 2020. Sergej Chemezov, amministratore delegato della società statale Rostec, ha detto a Wall Street Journal che il carro armato è in produzione di serie. Il mezzo dovrebbe apparire alla Parata del Giorno della Vittoria del 2016 a Mosca. Il nuovo carro armato pesa 48 tonnellate e può raggiungere una velocità di oltre 90 km/h. La stampa 3D è stata utilizzata dal 2015 per la produzione dei prototipi, una rivoluzione tecnologica!
Attualmente il carro armato è dotato del cannone standard da 125mm in grado di sparare diversi tipi di munizioni. La torretta è automatizzata e priva di condotto d’espulsione. Il ritmo di tiro è di 10-12 colpi al minuto. La gittata massima con effettiva penetrazione è 8 km. Il raggio di rilevamento dei sensori ottici del serbatoio è oltre 5 km per obiettivi dalle dimensioni di un carro armato di giorno e di almeno 3,5 km di notte con i visori termici. Il telemetro laser ha una portata massima teorica di 7,5 km. Questi sistemi sono duplicati; inoltre vi è un terzo sistema che può sparare in movimento. Il veicolo può essere facilmente dotato di un molto più potente cannone da 152 mm in futuro. L’armamento secondario è composto da una mitragliatrice da 12,7 mm KORD (GRAU 6P49) con 300 colpi e una mitragliatrice da 7,62,mm PKTM (6P7K) con 1000 colpi. Tutte le armi sono telecomandate. Inoltre, altri 1000 colpi possono essere immagazzinati. Una mitragliatrice da 12,7mm è installata sul visore della torretta del comandante, evitando ostacoli visivi, mentre la parte anteriore della torretta ha una feritoia presumibilmente destinata alla mitragliatrice coassiale da 7,62 mm. Un sistema di controllo digitale dirige il movimento del carro armato, insegue gli obiettivi e attiva i sistemi di difesa, permettendo all’equipaggio di concentrarsi sul combattimento. Il carro armato è dotato di GLONASS e GPS NAVSTAR. “Armata è di gran lunga migliore dei migliori analoghi stranieri nei sistemi di protezione integrati”, osserva l’esperto della controllata Impianto Trattori. “Alcuno all’estero incorpora le principali protezioni a strati. La Russia sì”, ha detto Mikhail Alekseev, direttore della ricerca e capo progettista dell’Istituto di Ricerca sull’Acciaio. Un’altra caratteristica specifica è il sistema di protezione attiva (APS) Afghanit. Il sistema include un radar millimetrico per rilevare, monitorare, intercettare e interrompere il sistema di guida delle munizioni anticarro, con penetratori cinetici o doppia carica. Il veicolo è inoltre dotato di una suite di contromisure per disturbare i sistemi di guida laser nemici. E’ possibile utilizzare dei proiettili intercettori per l’APS, dotati di penetratori esplosivi. Se un proiettile riesce a superare l’APS, il veicolo è protetto da due strati di corazza esplosiva reattiva Malakit oltre a robuste blindature passive. Piastre blindate proteggono alcune zone altrimenti vulnerabili ai lanciagranate.
L’equipaggio di tre effettivi è protetto dalla capsula blindata interna. Il telaio e la torretta sono dotate di armatura reattiva esplosiva anteriormente, lateralmente e superiormente. La forma della torretta è progettata per ridurne le firme radar e termica. Il T-14 utilizza il sistema di controllo computerizzato integrato che monitora stato e funzioni dei moduli del serbatoio. In battaglia, il software può analizzare le minacce e poi suggerire o attivare automaticamente le azioni per eliminarle. Può rilevare e correggere gli errori dell’equipaggio. Il T-14 è propulso dal motore diesel a controllo elettronico ChTZ 12N360 (A-85-3A) da 1500 CV. L’autonomia operativa è di oltre 500 km. Il carro armato si distingue per la mobilità strategica con una velocità di 90 chilometri all’ora. Il peso moderato di 48 tonnellate permette di essere facilmente trasportato via ferrovia e con il rimorchio, preservando la vita operativa di motore e trasmissione, e può attraversare la maggior parte dei ponti. 2 carri armati con i loro equipaggi e tutte le attrezzature associate possono essere facilmente aerotrasportati dall’aereo da trasporto pesante An-124. Il carro armato è dotato di un radar da 26,5-40 GHz dalla portata di 100 km, utilizzato principalmente dal sistema di protezione attiva. 40 bersagli aerei e 25 terrestri con dimensioni minime di 0,3 m possono essere monitorati contemporaneamente. Il sistema di sorveglianza provvede automaticamente al tiro per la distruzione del bersaglio, e può passare all’APS e ai principali computer di controllo dell’arma. Il carro armato può indicare i bersagli all’artiglieria e svolgere funzioni di difesa aerea e ricognizione. Il T-14 utilizza canali di comunicazione altamente protetti che collegano il gruppo di T-14 al posto di comando. Riassumendo il tutto, va sottolineato che il veicolo ha una serie di caratteristiche uniche che lo fanno risaltare sugli altri carri armati nel mondo. Ha un sistema di protezione moderno, una torretta automatica e un compartimento per l’equipaggio protetto da ogni diffusa arma del nemico.
La piattaforma di combattimento universale Armata costituisce il principale carro armato da battaglia T-14, il veicolo da combattimento pesante per la fanteria T-15, il veicolo recupero corazzato T-16 e una miriade di altri veicoli. La flessibilità della piattaforma Armata dà buone possibilità sul mercato dell’esportazione. Il T-14 ha un potenziale illimitato nella modernizzazione, insieme a un costo di produzione ragionevole, aumentandone significativamente le possibilità di esportazione. Armata può soddisfare le diverse esigenze dei possibili clienti, operando su tutto lo spettro dei combattimenti. Altro importante vantaggio, il carro armato avrà un costo di soli 250 milioni di rubli (3,75 milioni di dollari) quando sarà in produzione di serie, mettendo il carro armato in posizione di forza nel competere con i concorrenti europei e degli Stati Uniti sul mercato globale dell’esportazione. I concorrenti dell’Armata, come Leopard 2 tedesco, M1 Abrams statunitense e Challenger 2 inglese costerebbero comunque 6,8 – 8,6 milioni di dollari. Egitto, Cina, India e Iraq sono potenziali acquirenti. Senza dubbio, l’Armata ha un grande futuro. Dopo tutto, è il il carro armato leader mondiale dal design più nuovo e radicale da molti anni. E non vi è quasi alcun rivale in vista.13130923La ripubblicazione è gradita in riferimento alla rivista on-line Strategic Culture Foundation.

Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...