La Libia e la strana morte di Buonanno

Alessandro Lattanzio, 8/6/2016comboSulla Pedemontana, tra Mozzate a Solbiate, il 5 giugno moriva in un incidente stradale l’europarlamentare della Lega Nord Gianluca Buonanno; secondo il sito Qui Como, Buonanno era sceso e a fianco della propria auto, ferma sulla corsia di emergenza, quando un’altra vettura l’investiva uccidendolo. In totale furono coinvolte tre auto almeno nell’incidente, con tre persone a bordo, oltre a Buonanno e alla moglie. Due dei passeggeri erano inglesi che avevano subito solo leggere ferite. Di tali inglesi, ovviamente, non si sa altro, se non che in seguito i media mettevano loro di fianco a un’auto ferma in corsia d’emergenza, e non più Buonanno.BHBuonanno, oltre ad essere oggetto di minacce anonime ed inchieste eterodirette, potrebbe aver infastidito i tanti sostenitori italiani o in Italia, delle organizzazioni terroristiche islamiste attive in Libia, Siria ed Egitto. Infatti, nel marzo 2015 l’eurodeputato Gianluca Buonanno si recava in Libia, suscitando articoli insultanti e sarcasmo stizzito e minaccioso  sui vari media allineati a un PD filo-islamista, chiaramente infastidito dal fatto che un eurodeputato, recandosi presso il generale libico Qalifa Haftar, attribuiva un riconoscimento internazionale e legittimità ad una figura oggi oggetto degli strali delle sette terroristiche islamiste e dei loro mandanti delle intelligence inglesi, statunitensi, turche, qatariote ed infine italiane.Italie.-Gianl-CopiaIn effetti, Buonanno, era l’unico politico straniero presente a Tobruq, durante la seduta del Parlamento libico convocato per la nomina del generale Qalifa Haftar a comandante delle Forze Armate libiche: “Inviterò gli esponenti del Governo e del Parlamento di Tobruq a Bruxelles, al Parlamento europeo, perché la situazione in Libia, pur drammatica è ancora recuperabile se Italia ed Europa intervengono ad aiutare il popolo libico e il governo di Tobruq a ristabilire l’ordine fermando i terroristi islamici dello SIIL”, aveva detto Buonanno. “Una settimana in Libia mi ha fatto capire molte cose. Non vedevano un occidentale da anni e mi ha colpito la speranza che ho generato nei loro confronti, hanno talmente tanta fame e sete che mi guardavano quasi fossi un capo di stato perché finalmente potevano parlare con qualcuno: questo è importante… Ho fatto quello che doveva fare la Mogherini. Ho visto la realtà vera, non quella di chi fa politica dietro la scrivania, c’è una Libia in difficoltà, c’è un’Italia e un’Europa che dormono in piedi invece il governo di Tobruq, loro possono darci una mano, per respingere i clandestini e fermare il terrorismo islamico. Bisogna far finire l’embargo, perché loro non possono fare nulla mentre SIILs e Fratelli Musulmanni possono fare quello che vogliono perché ottengono finanziamenti da Qatar e Sudan. Ho girato per diverse città, non sono stato a Tripoli perché è in mano al terrorismo islamico. Ma ho incontrato molta gente, tra cui il Capo Supremo delle Forza Armate Qalifa Haftar. E’ stato lui a dirmi di non vedere i politici di queste parti da più di un anno. Adesso casualmente sono stato in Libia una settimana e il parlamento europeo ha messo all’ordine del giorno di parlare di Libia. Non solo. Qualche giorno fa hanno riconosciuto l’ambasciatore libico in Italia, qualcosa si sta muovendo… La Libia è in difficoltà, il 50% dei bambini non va a scuola, i pozzi petroliferi e le raffinerie sono in parte in mano ai terroristi islamici che così si finanziano. C’è un contrabbando di benzina micidiale. Ovunque ci sono posti di blocco. Io sono stato al parlamento di Tobruq dentro una base navale. Sembra una fortezza. Haftar sta in un bunker…insomma ti fa capire in che situazione sono. Hanno un parlamento con 23 deputate libiche, l’errore è che l’Europa si è fermata dopo aver fatto cadere Gheddafi, c’è chi ha fatto i propri affari ma poi si è fermato. Allora si sono inseriti i terroristi. Haftar mi ha detto che sconfiggeranno e vinceranno contro lo SIIL e si ricorderanno chi ha dato una mano e chi no. Infine, Buonanno scriveva sulla sua pagina Facebook: “Oggi sono stato invitato al Parlamento Libico, convocato per la cerimonia di insediamento del GENERALE KHALIFA HAFTAR, CAPO SUPREMO DELL’ESERCITO LIBICO, che mi ha invitato nel suo bunker facendomi delle RIVELAZIONI CLAMOROSE sull’Italia e sull’Europa!!! DAVIDE HA BATTUTO GOLIA!!! Dopo 5 giorni che sono qui, il Parlamento Europeo ha casualmente deciso di parlare di Libia e Terroristi… e io giovedì leggerò pubblicamente il messaggio che il Generale Khalifa Haftar mi ha lasciato!!!” Quali fossero queste rivelazioni, non ci è stato dato di sapere.buonanno-davide-golialSul fronte regenesco, collegato alle vicende libiche, va notato che professori e tutor di Giulio Regeni, l’esperto di ‘sindacalismo’ inviato in Egitto dall’università di Cambridge, fulcro dell’intellighentsija colonial-imperialista anglosassone, si avvalevano della facoltà di non rispondere alle domande del sostituto procuratore della Repubblica Sergio Colaiocco, dei funzionari dello SCO e degli ufficiali del ROS dei carabinieri, giunti nel Regno Unito per indagare sulle e-mail scambiate da Giulio con i suoi docenti riguardo alla ‘ricerca’ che svolgeva a Cairo, e le personalità che aveva contattato e frequentato in relazione a tale ‘ricerca’. ‘Ricerca’ che tra l’altro risulta “confidenziale”, motivo per cui i docenti di Regeni avanzavano la loro facoltà di non rispondere, tra cui Maha Abdelrahman, la professoressa anglo-egiziana che si oppone al governo al-Sisi e che aveva una corrispondenza con Regeni appunto sui ‘sindacati indipendenti’ egiziani. In particolare, Regeni aveva promesso a Muhamad Abdallah, capo di uno di quei sindacati, di devolvergli 10000 euro ricevuti dalla Fondazione Antipode del Regno Unito. Abdallah, che avrebbe litigato con Regeni per quei 10000 euro promessi ma non concessi, il giorno dopo il ritrovamento del cadavere di Regeni, dichiarò “mi ha offerto soldi per avere informazioni sui sindacati”.1465154001-1465153911-newpress-20160605204605-19386281Fonti:
ASI
Corriere
Ilsole24ore
Ilsole24ore
Linkiesta
Meltybuzz
Qui Como

13 Responses to La Libia e la strana morte di Buonanno

  1. Si sa niente sulle “rivelazioni” di Buonanno?

  2. roberto176 scrive:

    Posso dare un contributo forse importante. Mia nipote faceva parte dell’equipaggio di una delle due ambulanze intervenute sul posto, la Croce Verde di Fino Mornasco. Mi ha detto che l’europarlamentare era talmente incastrato nell’auto che i Vigili del Fuoco hanno dovuto imbragarlo ed estrarlo dal portellone posteriore dell’auto stessa, un Maggiolone VW. Quindi era nell’auto e non sulla strada. Non aveva allacciato la cintura di sicurezza. La moglie invece l’aveva allacciata e non si è fatta nulla. I due inglesi erano ospiti in un albergo di Lenno (lago di Como) e stavano andando a Malpensa. La macchina che li accompagnava ha forato una gomma e si è fermata sulla corsia di emergenza.
    Spero di essere stato utile.

    • sitoaurora scrive:

      Scusa, incastrato? Hai visto le foto dell’auto. Dov’è che era incastrato?

      • roberto176 scrive:

        Certo che le ho viste e non solo quelle pubblicate su questo sito. In tutti gli scatti che ritraggono l’auto, la portiera lato guida è chiusa. Il portellone invece è aperto, perchè? L’on. Buonanno era incastrato tra sedile e pedaliera: un brutto spettacolo. Quanto riferito nel mio commento mi è stato confermato dall’ infermiere professionale che ha gestito l’emergenza dalla centrale operativa AREU 118 di Como, che ha competanza anche per le provincie di Varese e Lecco. L’infermiere e mia nipote non si conoscono. Chiedo scusa ma non capisco: ho portato testimonianze dirette. Posso dare nomi e cognomi ed è anche possibile ascoltare le registrazioni delle comunicazioni tra soccorritori e Centrale Operativa. Per regolamento e per questioni di tutela legale ( come è facilmente immaginabile) TUTTE le chiamate in entrata e in uscita dalle Centrali Operative 118 sono registrate. Comunque non intendo innescare polemiche. Se complotto dei servizi deve essere, che sia.
        Buona giornata.

      • sitoaurora scrive:

        La cabina dell’auto è integra, come ha fatto ad incastrarsi tra pedaliera e sedile se Buonanno guidava? Doveva essere invece svenuto e stravaccato sul sedile per scivolare sotto lo sterzo dopo un impatto ricevuto da dietro, non di certo davanti, che in sostanza l’avrebbe spinto all’indietro spezzandogli il collo (come dicono ora). E l’airbag all’impatto non scatta? (E alla moglie non è successo niente del genere).

  3. roberto176 scrive:

    Non è proprio così: Buonanno non era legato con la cintura quindi era nella condizione di quello che si chiama “corpo libero”. Quando si viene tamponati il corpo tende all’indietro (il colpo di frusta docet). Si viene proiettati in avanti invece quando si tampona. Inoltre le foto mostrano che l’auto del parlamentare è gravemente danneggiata nell’anteriore mentre il posteriore è integro. Le foto dell’altra auto mostrano un anteriore integro e il posteriore danneggiato. Quindi è facile comprendere chi ha tamponato. Se posso continuare i Vigili del Fuoco hanno spiegato che non hanno tagliato il tetto della macchina e/o la portiera con la trancia perchè l’auto perdeva benzina e quindi c’era pericolo d’incendio visto che la trancia produce scintille. L’onorevole è stato trovato dai soccorritori in arresto cardio-circolatorio. E’ stata tentata la manovra di rianimazione, purtroppo inutilmente.
    In un video pubblicato su Youtube( https://youtu.be/LghkDJ7vpX8) si vede bene l’interno dell’auto e si vedono gli airbag afflosciati.
    Per completezza aggiungo che in verità la portiera si poteva aprire ma non a sufficienza per permettere l’estrazione di Buonanno con un “Ked” o una “spinale” (sono strumenti che permettono di estrarre un corpo incastrato e sono studiati per non provocare ulteriori danni alla vittima.
    Questo è quello che so, sempre da informazioni dirette.
    Rinnovo i saluti.

  4. Gian Lu scrive:

    Ma la portiera si apriva, c’è un video che lo dimostra chiaramente. è tutto molto strano.

  5. Gian Lu scrive:

    Ma se in un video si vede la portiera aperta , non si vede nessuna deformazione

    • sitoaurora scrive:

      Guarda, non vorrei sembrare offensivo (per qualcuno) ma quando casualmente spunta l”anomimo’ che ti da pronta cassa la grande spiegazione che spiega tutto perchè c’era ‘mio cugino’, allora è lecito dubitare del cugino e di chi fornisce ‘la grande spiegazione che non spiega niente, ma è vera perchè l’ha visto mio cugino che guidava, casualmente, proprio l’ambulanza in quell’incidente…’ L’auto di buonanno è intatta, ed è inutile che si parli dell’auto con i due misteriosi inglesi, che avrebbe tamponato l’antipatico Buonanno. Le auto coinvolte erano tre. Strano poi il tizio che qui parla di videocamere che riprendono buonanno mentre guida con una mano sola, ma non l’incidente. E’ tutto registrato, certo… come il furgone bianco di bossetti…

      • feniceitaliana scrive:

        Non vorrei essere frainteso, ma trovo che non giovi alla verità di quanto è successo ne ai famigliari ne alla vittima stessa, impuntarsi su una tesi piuttosto che un’altra.
        Chi è intervenuto dando dei riferimenti che per motivi facilmente intuibili non puo’ sbandierare in forum pubblico (nomi e cognomi o registrazioni audio) mi pare che racconti qualcosa di molto credibile.
        Il discorso dell’essere stato investito non lo posso escludere ma non lo posso neanche accreditare come cosa certa.. ad esempio, si parla della terza auto, ci sono prove della sua esistenza? Non mi pare..
        Il fatto che le prime notizie hanno parlato di tre auto o che fu investito, puo voler semplicemente dire che si sono sbagliati, cosa che capita per qualsiasi incidente ogni volta che si va a leggere le notizie, man mano le versione cambiano e ci si avvicina a quello che è accaduto realmente, e questo non perchè necessariamente vi sia una regia mentitrice dietro, ma perchè si accreditano voci e sentiti dire che poi si rivelano non veri.. un po’ come stare ad ascoltare a chi come giustamente fai notare, arriva e ci racconta cosa ha visto micuggino..
        Detto questo, andrei piu’ cauto nel cassare con certi toni assoluti chi è intervenuto nel forum, non lo trovo equilibrato ne giusto. Sono un lettore di aurora da anni, potro’ sembrare antipatico ad alcuni, ma credo che non vi siano i presupposti per accanirsi e sentenziare come false le informazioni di chi ci ha scritto.
        Questo non vuol dire che lui ha scritto cose vere per certo, non lo possiamo sapere, come del resto non possiamo sapere se Bonanno è morto semplicemente come ci è stato raccontato, e cioè non aveva la cintura allacciata ecc ecc…
        Un particolare poi mi ha colpito.. i primi momenti, molti parlavano di un possibile malore.. e questo spiegherebbe molto la manovra micidiale di tamponare un’auto a bordo strada.. poi si potrebbe discutere se quel malore puo essere stato indotto o meno da fattori esterni, ma questo diverrebbe un’altro discorso, di cui, purtroppo, non abbiamo elementi concreti su cui poter esprimerci con certezza.. e torniamo a punto a capo, purtroppo.

      • sitoaurora scrive:

        il fatto strano, e che chi è intervenuto si era presentato qualche giorno prima dell’incidente, per poi dire che aveva parenti che erano presenti nei soccorsi. Mah, fortuna coincidenza, succede, mi sono successe personalmente tali tipo di coincidenze, ma francamente, non sapendo nulla di chi me lo dice, non prendo oro colato, non avendo modo di verificare. Tra l’altro parla di ‘micuggino’ che assiste al recupero del cadavere con tanto di taglia-lamiere. Mah, la cabina dell’auto appare integra, e non capisco come avrebbero ‘estratto’ un cadavere da un’auto essenzialmente intatta. Le prime notizie vengono sempre definite errate, perchè ne arrivano altre, eppure poi si trovano sempre testimoni che confermano la prima versione, ma vengono ignorati perchè, appunto, le nuove versioni smentirebbero la prima. E chi lo dice che è quella nuova la corretta? Malore, poi dicono che gli era caduto il cellulare, un bordello, mentre la moglie dorme beata. A proposito, Buonanno ci resta secco nell’impatto e la moglie che dormiva, penso sdraiata, quindi anche in una posizione più pericolosa, e nell’impatto non si fa nulla? Se dormiva tranquilla, è probabile che fossero fermi in sosta, e lui sceso dall’auto, indicando assenza di problemi a bordo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...