La verità dimenticata di Lenin

Ilija Belus, Cont, 1 luglio 2016 – Fort Russ

s640x480Chi aveva bisogno dell’esecuzione della famiglia reale? Chi rovesciò lo Zar? Chi distrusse l’esercito russo? L’attuale generazione cresciuta sui libri di George Soros e Igor Chubais ha già dimenticato la verità su questi eventi. Cercherò di spiegare molto brevemente, succintamente e puntualmente.
1. L’interesse dell’Impero russo alla prima guerra mondiale consisteva nella soluzione della questione orientale, il controllo dello stretto del Bosforo e dei Dardanelli, vecchie esigenze geopolitiche del nostro Paese.
2. Regno Unito e Francia promisero all’impero russo di risolvere il problema del fronte orientale (contro Germania e Austria-Ungheria).
3. La Russia assolse al ruolo alleato, e il Regno Unito si rese conto che la sua promessa doveva essere mantenuta e che i “servizi” della Russia non erano più necessari.
4. Il Regno Unito decise di ritirare la Russia dalla guerra, incitando artificialmente il caos a Pietrogrado (San Pietroburgo) e di conseguenza, dopo una settimana l’autocrazia cadde come un castello di carte.
5. La quinta colonna nella Duma di Stato, composta da oligarchi e intellettuali, si alleò con il Regno Unito ed attuò la rivoluzione borghese di febbraio costringendo Nicola a firmare l’abdicazione. La rivoluzione borghese di febbraio può essere paragonata ad euromaidan. Guchkov, borghese come l’oligarca Poroshenko, e Shulgin, avvocato fondatore delle guardie bianche, secondo la terminologia moderna, rappresentavano la classe creativa. La vittoria più importante della CIA nella guerra dell’informazione è che milioni di persone oggi non distinguono la rivoluzione borghese di febbraio con la rivoluzione popolare di ottobre. Pensano che Lenin abbia arrestato lo zar personalmente. Possono mostraci questa foto? No, perché i bolscevichi tornarono in Russia solo 2 mesi dopo.
6. Il 6 aprile 1917, gli Stati Uniti presero il posto della Russia nell’Intesa.
7. Il consiglio menscevico di San Pietroburgo, su pressione del governo provvisorio, firmò il decreto n° 1 che introduceva l’elezione democratica di ufficiali e la subordinazione ai comitati dei soldati. Così la quinta colonna distrusse l’esercito russo.
8. Dopo la Grande Rivoluzione Socialista d’Ottobre, Lenin fu costretto a concludere con urgenza la pace perché non c’era nessuno e niente per combatterla. Insistette sull’uscita di tutte le parti dalla guerra senza annessioni.
9. Non fu un bene per l’Intesa, che vinceva. Fu costretta a negoziare con la Germania separatamente dalla Russia. Così si ebbe il trattato di pace di Brest.
10. L’Intesa impedì l’instaurazione della pace. Il 6 luglio 1918, il socialrivoluzionario Bljumkin uccise l’ambasciatore tedesco Mirbach.
11. Aleksandra Feodorovna e le figlie erano principesse tedesche, e ucciderle fu utile per il Regno Unito, deteriorando le relazioni tra Russia e Germania.
12. Secondo la testimonianza dei tre operatori telegrafici dell’ufficio postale di Ekaterinburg, Lenin, in una conversazione diretta con Berzin, ordinò “a scapito della vita, proteggete tutta la famiglia reale ed impedite qualsiasi violenza nei loro confronti”.
13. Per attenuare la dura reazione all’omicidio dell’ambasciatore Mirbach, la possibilità d’inviare uno o più membri della famiglia reale in Germania non fu esclusa.
14. Dal maggio 1918, l’intero Paese dagli Urali a Vladivostok non era più controllato dalla dirigenza bolscevica da Mosca. E fu così fino al 1922. Questa zona era governata da anarchici separatisti contrari allo zar e a Lenin.
15. I leader degli Urali avevano la propria posizione sulla famiglia reale. Il Presidio del Consiglio regionale degli Urali era pronto a sterminare i Romanov già nell’aprile 1918, durante il trasferimento da Tobolsk a Ekaterinburg.
16. La decisione sull’esecuzione dei Romanov fu del comitato esecutivo del Consiglio regionale degli Urali, mentre la leadership centrale sovietica ne fu informata solo dopo l’esecuzione.
17. Né Lenin né Sverdlov ebbero alcuna relazione coll’esecuzione dello Zar.
Questi sono i contenuti dei documenti storici. Questi sono i fatti. Tutto il resto è sciocchezza liberale statunitense.1446851885_5Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Annunci

One Response to La verità dimenticata di Lenin

  1. SINTESI da…PULITZER.
    Un grande Ilija Belus, Cont, 1 luglio 2016 – Fort Russ.

    Mettiamoci SOLO il “TENTATIVO” di prendere VARSAVIA sulla VIA di Berlino e della RIVOLUZIONE SOCIALISTA in EUROPA. Ci provarono ->con una incredibile Armata Rossa di “contadini straccioni”-> inventando il blitz krieg “di profondità”.(e Stalin non capiva niente o forse era già peggio).
    Hanno FATTO l’IMPOSSIBILE. “Lenin fu costretto a concludere con urgenza la pace perché non c’era nessuno e niente per combatterla”. -” Né Lenin né Sverdlov ebbero alcuna relazione coll’esecuzione dello Zar” – ““a scapito della vita, proteggete tutta la famiglia reale ed impedite qualsiasi violenza nei loro confronti”. (Lenin) -> “La vittoria più importante della CIA nella guerra dell’informazione è che milioni di persone oggi non distinguono la rivoluzione borghese di febbraio con la rivoluzione popolare di ottobre. Pensano che Lenin abbia arrestato lo zar personalmente. Possono mostraci questa foto? No, perché i bolscevichi tornarono in Russia solo 2 mesi dopo” ->La rivoluzione borghese di febbraio può essere paragonata ad euro-MAIDAN. Il 6 aprile 1917, gli Stati Uniti presero il posto della Russia nell’Intesa.
    7. Il consiglio menscevico di San Pietroburgo, su pressione del governo provvisorio, firmò il decreto n° 1 che introduceva l’elezione democratica di ufficiali e la subordinazione ai comitati dei soldati. Così la quinta colonna distrusse l’esercito russo. -> basterebbe spiegare “LE TESI DI APRILE” 1917-di LENIN …perché mai avrebbe dovuto concepirle?. LENIN è INAFFONDABILE!. In fondo la CIA ha ragione -a un secolo di distanza!- a viverlo come una OSSESSIONE!.
    VIVA VLADIMIR ILIC “il più umano degli umani”!. Visto il livello in cui ci ritroviamo ci basterebbero il giovane Sverdlov (e una dozzina di Babuskin…”state tranquilli, io devo fuggire, ma vi lascio Babuskin!”- Lenin).
    Attenti…a volte ritornano!.
    http://www.terraeliberazione.wordpress.com

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...