Metà dell’esercito turco simpatizza per i jihadisti dopo le purghe di Erdogan

Aleksandr Sivilov e Tetsuya Sahara, A-specto, 27/07/2016 – South FrontIMG_5390L’intervista di Aleksandr Sivilov al Professor Tetsuya Sahara, uno dei più importanti esperti giapponesi di storia e politica dei Balcani. Il Prof. Sahara insegna scienze politiche alla Meiji University di Tokyo. Nel 2008-2015 ha lavorato alla Middle East Technical University di Ankara e in una delle più grandi università private turche, la Bilkent. Si occupa di problemi del moderno fondamentalismo islamico e dello sviluppo dei movimenti terroristici nei Balcani durante la guerra civile in Jugoslavia.

Prof. Sahara, chi c’è in realtà dietro il tentato golpe in Turchia? Il governo ha una versione particolare, ma molti analisti accusano lo stesso presidente Erdogan?
Secondo fonti ufficiali, il golpe è stato organizzato dal Colonnello Muharrem Kose e dal “Consiglio Pace in Patria”. Secondo gli stessi dati, le azioni dei rivoltosi furono guidate dal Generale Akin Yozturk, ex-comandante dell’Aeronautica. Allo stesso tempo, il presidente Erdogan e il suo governo dicono che il golpe è stato ispirato da Fethullah Gulen. Infatti, alcuna delle due versioni sembra credibile. Le radici di tutto ciò sono molto più profonde. Le Forze Armate turche fanno parte della NATO, e senza il tacito consenso di tale organizzazione, un simile tentativo non poteva accadere. Se guardiamo estensione e profondità dell’impegno, il colpo di Stato era ben preparato e probabilmente organizzato da diversi mesi. Questo marzo, i neoconservatori parlavano del probabile rovescio del governo della Turchia e del regime di Erdogan. Affermavano anche che l’occidente avrebbe approvato tali eventi. Le azioni dei cospiratori avrebbero dovuto iniziare un po’ più tardi, ma informazioni indicavano che un’operazione preventiva si sarebbe avuta il 16-17 luglio. Queste informazioni trapelarono il 14 luglio, e si dovettero cambiare i piani. Pertanto, le loro azioni sembravano male organizzate.

Come valuta l’atteggiamento di Russia e Stati Uniti sul tentato golpe? Perché Washington non ha categoricamente sostenuto l’alleato Erdogan? Vi sono differenze così gravi?
Al momento del colpo di Stato, il segretario di Stato John Kerry era a Mosca, e la sua prima affermazione era che sperava che scontri e instabilità politica finissero nel minor tempo possibile. Questo è strano. Perché non condannare il colpo di Stato? Inoltre, molti capi occidentali più volte parlavano preoccupati dallo stato di diritto durante l’arresto dei partecipanti al tentativo fallito di rovesciare il presidente turco. Sembra che cercassero di proteggere i cospiratori. I russi inizialmente reagirono allo stesso modo. Poi fecero trapelare informazioni che Mosca avesse avvertito Ankara dell’insurrezione imminente. La notizia arriva da un’agenzia di stampa iraniana, e il portavoce del Presidente Vladimir Putin, Dmitrij Peskov, l’ha negato. Si tratta della classica scappatoia diplomatica. Il colpo di Stato è avvenuto nel momento in cui John Kerry incontrava Vladimir Putin e Sergej Lavrov. Annunciarono di aver raggiunto un accordo generale sulle maggiori controversie tra i due Paesi, ma temi e soluzioni specifici rimasero segreti. Tra cui senza dubbio il processo di pace in Siria. A quanto pare decisero di distruggere i gruppi jihadisti sostenuti dalla Turchia. Il modo più sicuro per garantire l’operazione era eliminare Erdogan. Washington e Mosca avevano da tempo l’interesse comune a che ciò accadesse. Anche i recenti miglioramenti nelle relazioni con la Russia possono essere spiegati dalla preoccupazione del presidente turco che una cospirazione internazionale fosse in preparazione contro di lui.

Qual è stato l’atteggiamento dell’opposizione verso il colpo di Stato? E’ vero che tutti i partiti si sono uniti nel sostenere Erdogan contro l’esercito? Qual è il futuro del Partito dei Lavoratori del Kurdistan? Ci sono notizie che due giorni dopo gli scontri, aerei da guerra turchi bombardassero posizioni e basi curde nel nord dell’Iraq. Vuol dire che il presidente si prepara a una guerra con i curdi fuori della Turchia?
La giunta non aveva il sostegno dei principali partiti del Paese. Non era chiaramente interessata al loro sostegno e non lo cercava. Pertanto, nessuno dei politici li sosteneva. Infatti, tutti i principali partiti di opposizione hanno invitato i sostenitori a scendere in piazza contro i militari. Per quanto riguarda il PKK, fa il doppio gioco, continuando gli attacchi alle forze di sicurezza e all’esercito nella Turchia orientale, e allo stesso tempo segnalando il desiderio di riprendere il processo di riconciliazione. Erdogan ha detto che l’organizzazione di Gulen è più pericolosa di PKK e SIIL, ma non credo che voglia davvero la pace con i curdi.

Qual è la situazione nell’istruzione secondaria e superiore turca dall’inizio delle purghe? Il loro carattere secolare sarà distrutto?
E’ assolutamente chiaro che c’è una purga sistematica in tutte le università. Fino a che punto arriverà non è ancora chiaro, ma vengono rimossi sia gulenisti che non allineati agli islamisti. Attualmente vengono rimossi i sostenitori della pace e della laicità. Dato che sono la parte migliore della comunità accademica turca, ciò darà un colpo fatale al sistema scientifico e didattico.

Come vede il futuro della Turchia? In una precedente intervista ha detto che ci sarà la guerra civile, anche se non ce ne sono gli indizi?
La guerra civile è già iniziata. La domanda è: fino a che punto andrà. Le ostilità contro i curdi possono fermarsi, se il governo del Partito della Giustizia e dello Sviluppo lo contemplasse. La guerra contro i jihadisti è una cosa diversa; si concluderà solo se la Turchia sarà spezzata o i terroristi completamente distrutti. Il 15 luglio qualcosa d’invisibile è accaduto. Dopo che Erdogan ha fatto appello, molti islamisti armati di Kalashnikov sono scesi in piazza, erano il nucleo del gruppo che torturava e decapitava soldati. Da tempo si dice che il Partito della Giustizia e dello Sviluppo al governo stesse segretamente armando i suoi sostenitori, ed ora ciò è confermato. Il risultato dell’epurazione nell’esercito è spaventoso. Dopo l’avvento al potere nel 2002, il partito di Erdogan ha espulso dall’esercito i kemalisti. Poi li ha sostituiti con i sostenitori di Fethullah Gulen. Attualmente fanno piazza pulita dei gulenisti. Chi ci sarà al loro posto? Molto probabilmente islamisti estremi. Attualmente, la metà dei militari è in sintonia coi jihadisti e l’idea della guerra santa. È un disastro.

Come vede lo sviluppo delle relazioni tra Turchia e Unione europea? Pensa che Bruxelles segua una politica estera adeguata nei confronti di Ankara? Cosa accadrà con la Bulgaria in questo contesto?
Le posizioni di Erdogan sono già consolidate e non ha bisogno del sostegno dell’occidente, almeno in politica interna. L’Unione europea e la Commissione europea non potranno fare un nuovo accordo restrittivo con il dittatore. Come dimostra la storia, una forte Turchia è sempre fonte di problemi e una minaccia per la Bulgaria. Sofia dovrà essere molto più attenta ai tentativi di mantenere relazioni normali con il vicino arrogante. Ci sono voci su un nuovo colpo di Stato in Turchia. Inizialmente alimentate da Erdogan stesso. In questo caso, è un prerequisito per l’escalation della repressione, ma c’è un altro aspetto delle informazioni. Le Forze Armate turche sono composte da quattro armi: esercito, marina, aviazione e gendarmeria. Gli ultimi tre sono stati i principali protagonisti dell’ammutinamento. Non è ancora chiaro il motivo per cui l’esercito non ne fu coinvolto. Per il momento è protetto dalle purghe, e potrà compiere modifiche perché è la più grande delle Forze Armate.152068_600Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...