La Russia abroga il trattato che limita la produzione di plutonio, in risposta alle ostilità degli USA

4 ottobre 2016 – Fort RussCHINA-G20-SUMMITE’ un importante sviluppo. La Russia ha sospeso il protocollo d’intesa del settembre 2000 con Stati Uniti e NATO sulla produzione di plutonio. Questo chiaramente in risposta alle sanzioni e al mancato impegno degli Stati Uniti al dialogo sul cessate il fuoco in Siria dopo la rivelazione che gli Stati Uniti volevano attaccare la Russia e non al-Nusra di al-Qaida, ecc., e i gruppi che combattono ad Aleppo; ed è anche la risposta al continuo concentramento di truppe e armamenti degli Stati Uniti in Polonia e Stati baltici. Ciò significa che la Russia potrà aumentare l’arsenale nucleare. Putin ha detto che la sospensione di tale accordo continuerà finché gli Stati Uniti non porranno termine alle sanzioni. Gli Stati Uniti minacciano di continuare la loro strategia di Siria ‘con altri mezzi’ dopo la dichiarazione ufficiale con cui chiudevano i colloqui bilaterali sulla Siria con la Russia. Fort Russ riporta tre relazioni da diverse fonti della stampa russa, evitando le ripetizioni, su questa importante notizia.
Da TopWar: Il 3 ottobre, il Presidente Vladimir Putin ha firmato il decreto che sospende la conformità all’accordo con gli statunitensi sullo smaltimento di plutonio per uso militare. La ragione di tale decisione è stata sottolineata dall'”atteggiamento ostile degli Stati Uniti verso la Russia“. Fonti della Duma di Stato hanno riferito che la Russia è pronta a riprendere l’accordo se gli Stati Uniti annulleranno le sanzioni anti-russe. Inoltre, la Russia chiede che gli Stati Uniti riducano il contingente militare in Europa prima di riprendere la conformità ai protocolli. La dichiarazione della Duma di Stato dice: “L’adesione ad accordo e protocolli dell’accordo riprenderà dopo che gli Stati Uniti elimineranno le ragioni che hanno portato a questo cambio radicale della situazione… dopo che gli Stati Uniti ridurranno le infrastruttura militari e le truppe schierate sui territori dei Paesi che hanno aderito alla NATO dopo il 1° settembre 2000, tornando alla situazione del giorno in cui l’accordo e i protocolli entravano in vigore. Perché si specifica il 2000? L’accordo entrò in vigore (adempiuto esclusivamente da un lato, la Russia) nel settembre 2000. Da allora, la NATO ha inglobato altri 9 Stati dell’Europa dell’Est. Ed è imminente l’adesione del 10° Stato, il Montenegro” . Inoltre, la Russia ha posto come condizione anche che Washington annulli la cosiddetta legge Magnitskij, introdotta come misura repressiva contro i rappresentanti del sistema delle forze dell’ordine e della magistratura russa. Attendiamo una reazione dagli Stati Uniti.
Da Lenta: A differenza della Russia, gli Stati Uniti non adempiono agli obblighi sulla distruzione del plutonio per uso militare, ma lo conservano per reimpiegarlo. Putin ha detto: “All’inizio degli anni 2000 raggiungemmo un accordo con gli statunitensi sulla distruzione del plutonio per uso militare. Firmammo un accordo affinché tale materiale venisse distrutto in un certo modo, cioè con mezzi industriali, per cui compagnie specializzate andavano costruite. Abbiamo adempiuto ai nostri obblighi e costruito tali imprese. I nostri partner statunitensi no“. Secondo Putin, Washington da poco aveva annunciato che gli Stati Uniti modificavano unilateralmente la tecnica di smaltimento del plutonio, come “diluizione e conservazione presso certi serbatoi“. Il presidente spiegava: “Questo significa che lo conservano per un possibile uso, cioè, può essere estratto nuovamente, rielaborato e ancora una volta trasformato in plutonio per uso militare“.
Da News.ru: Dmitrij Peskov, addetto stampa di Putin, spiegava: “Il punto è, come il Presidente Putin ha più volte spiegato assieme ai nostri esperti, che gli statunitensi infatti hanno adempiuto alle condizioni del documento in modo da poter riutilizzare il plutonio, che per volume non è affatto conforme alle prescrizioni del documento“. Secondo lui, la Russia adempiva ai termini del contratto da troppo tempo. Ora, Peskov ha osservato, “data la tensione generale, la parte russa non ritiene di far perdurare tale situazione“.bomb3_700Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

One Response to La Russia abroga il trattato che limita la produzione di plutonio, in risposta alle ostilità degli USA

  1. Pingback: La Russia abroga il trattato che limita la produzione di plutonio, in risposta alle ostilità degli USA | Misteri e Controinformazione - Newsbella

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...