Le prime esercitazioni russe in Africa: cosa realmente accade?

Sergej Cherkasov, PolitRussia, 17 ottobre 2016 – Fort Russ

Il 15 ottobre, le esercitazioni militari congiunte russo-egiziane “Difensori dell’Amicizia – 2016” iniziavano. Le manovre che dureranno fino al 26 ottobre, sono le prime russe in Africa. L’evento ha dato origine a una serie di domande su ciò che i nostri soldati compiono nel continente nero.8u3a4707E’ tutto serio
Le esercitazioni coinvolgono oltre 500 soldati e 10 mezzi russi. Un Il-76 può trasportare 126 combattenti o 40-50 tonnellate di carico, quindi per rifornire le nostre truppe sono necessari almeno 5 velivoli. L’aviolancio su quattro linee da un velivolo da trasporto militare Il-76 delle esercitazioni in Africa sono un evento raro, utilizzando il portello di carico di poppa, ma le probabilità di “complicazioni” o addirittura di incidenti si moltiplicano notevolmente. Di solito, i 126 paracadutisti si lanciano dai portelli laterali in modo che non si urtino in aria o si aggroviglino i paracadute. Ma velocità e precisione del lancio ne soffrono. Il paracadutismo su quattro linee svolto dai soldati russi in Egitto è una tattica bellica. Essendo eseguita raramente, avviene quando si tratta di esercitazioni particolarmente serie.

Dimostrazione al mondo
I blindati aerolanciabili dovrebbero essere leggeri, cioè quasi privi di armi (per esempio, il BTR-D ha solo 2 mitragliatrici) e utilizzati come mezzi da trasporto. Oggi il veicolo da combattimento principale è il BMD-2 e la versione aggiornata BMD-2M, leggeri, dal peso di soli 8,2 tonnellate ma armati con un cannone da 30 mm e un sistema lanciamissili anticarro. Il veicolo più moderno è il BMD-4, dotato di un cannone da 100mm, accoppiato a un cannone da 30 mm, un lanciamissili anticarro e una mitragliatrice. Qualcosa di queste esercitazioni viene probabilmente mostrata al mondo. Dopo tutto, le manovre all’estero dimostrano l’uso sul campo dei materiali offerti in vendita ai vari Paesi. Inoltre, osservatori da 30 Paesi seguiranno l’operazione. Ciò, senza dubbio, attrae molta attenzione anche sull’interazione tra Egitto e Russia.10-bmd-4-02Cosa accade realmente?
Sono esercitazioni antiterrorismo. Oggi, il terrorismo internazionale è drammaticamente cambiato. In precedenza, il terrorismo era petardi nei bidoni della spazzatura, uomini armati di pistole in ceramica a bordo di un aereo, che sparavano ai poliziotti o semplicemente si facevano esplodere tra la folla. Di conseguenza, polizia, intelligence e gruppi da combattimento speciali se ne occupavano. Lo scambio di esperienze tra i Paesi è stato costruito sull’interazione di tali strutture. I Paesi potrebbero condividere informazioni e creare strutture e canali di comunicazione comuni. Ma dov’è lo spazio per l’interazione con i paracadutisti in volo? Che tipo di terrorismo è quello contro cui è necessario utilizzare non solo l’esercito regolare, ma anche dell’alleato? A volte l’orrore del terrorismo sta nel fatto che gli aderenti sono indistinguibili dai civili. Qualsiasi persona normale potrebbe portare esplosivi fatti in casa in un centro commerciale. Contro ciò, i cannoni da 100mm di un BMD-4 e un distaccamento di paracadutisti sono difficilmente di aiuto. Ma sarà utile se è necessario definire il nemico. E questo è esattamente ciò che il terrorismo diventa nel 21° secolo. Il terrorismo ha anche assunto una forma vagamente simile a uno Stato e, come lo SIIL, ha propri esercito, intelligence, agenti nel mondo e unità capaci di trasformarsi rapidamente in un piccolo esercito nelle condizioni favorevoli. Un ramo dello SIIL noto come Wilayat Sinai da tempo opera in Egitto, uccidendo periodicamente soldati, che già si contano a centinaia. Tale gruppo ha rivendicato la distruzione del volo Metrojet 9266. Non va dimenticato che l’Africa è l’epicentro del terrorismo globale. Qualcuno può e deve opporvisi. Tale scenario, contrastare congiuntamente tale minaccia, è ciò che viene studiato in Egitto. Tre dozzine di osservatori studiano quanto efficacemente e rapidamente le forze armate russe possono operarvi.

Un nuovo concetto di sicurezza
La prova del un nuovo sistema di sicurezza globale avviene in Egitto basandosi sulle forze militari della Russia. Gli yankees possono fomentare la guerra in qualsiasi punto del globo, ma noi possiamo spegnerle. In Siria, abbiamo dimostrato che, se richiesto, possiamo aiutare un governo legittimo a proteggere il Paese. Ora, in Egitto, mostriamo che possiamo impedire l’intervento aperto del terrorismo globale negli affari di uno Stato sovrano e stroncarne la minaccia sul nascere. Il vero obiettivo di queste esercitazioni è, come è stato ufficialmente rivelato, “lavorare ad approcci integrati nella cooperazione rilevando e distruggendo le formazioni armate illegali nel deserto“. Una volta rapidamente imbarcati sugli aerei russi, i paracadutisti possono raggiungere qualsiasi punto del mondo, sbarcare nelle retrovie del nemico, paralizzarne le operazioni e permettere all’esercito del governo di sconfiggerlo. Dato che le bande terroristiche non hanno armi pesanti o blindati moderni, è un compito dei nostri paracadutisti. E dopo la missione, gentilmente ce ne andremo.bmd-4

Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...