Morta Janet Reno, procuratrice generale di Clinton (e non è un fake)

RussiaToday 7 novembre 2016

bn-qq427_women__p_2016110418463L’ex-Procuratrice Generale Janet Reno è morta a 78 anni. Reno era nota per diverse decisioni controverse durante il mandato sotto l’ex-presidente Bill Clinton, compreso l’ordine che portò al massacro di Waco. Reno è morta lunedì mattina, 7 novembre, per complicazioni della Parkinson, secondo la figlioccia Gabrielle D’Alemberte. Fu la prima donna a ricoprire la carica di procuratrice generale. Nominata nel 1993 dal presidente Bill Clinton, Reno acquisì notorietà dopo soli 38 giorni approvando la disastrosa incursione dell’FBI sul compound del culto davidiano a Waco, Texas. Il raid causò la morte di circa 80 persone, tra cui il capo della setta David Koresh. L’FBI compì un raid di sorpresa sul compound il 28 febbraio 1993 e 4 agenti e 6 membri della setta furono uccisi nella sparatoria. Il raid portò a uno stallo di 51 giorni, conclusi quando Reno autorizzò l’uso di gas lacrimogeni per porre fine all’assedio. L’incendio avvolse il centro di Mount Carmel durante il confronto, causando decine di morti, tra cui più di 20 bambini. Reno poi disse che il governo ricevette denunce di abusi sui minori nel complesso. Reno si assunse la responsabilità dell’incidente, dicendo lo stesso giorno: “Ne sono responsabile. La responsabilità ricade su di me“. Tuttavia, la procuratrice generale difese la decisione di consentire l’uso dei gas lacrimogeni davanti al comitato del Congresso per la riforma e la supervisione del Governo, nel 1995, ed accusò il capo del culto Koresh delle morti. “Questa fu la decisione più difficile che abbia mai dovuto prendere. Ci vivrò per il resto della mia vita“, disse. Reno fu definita ‘macellaio di Waco’ da alcuni, dopo il massacro.
Nota per la schiettezza, Reno fu la più longeva procuratrice generale del 20° secolo, nonostante la diagnosi del morbo di Parkinson nel 1995. Altre controversie in cui fu coinvolta ed implicanti l’amministrazione Clinton, furono lo scandalo Whitewater, il Filegate e l’indagine sulla relazione sessuale di Clinton con la stagista Monica Lewinksy. Qui Reno diede via libera all’Independent Counsel Kenneth Starr ad espandere le indagini. Reno subì la reazione nella sua città natale, Miami, nel 2000, quando autorizzò il sequestro armato del naufrago cubano Elián González dai parenti a Miami, per rimandarlo a vivere con il padre a Cuba. Il raid irritò la comunità degli esili cubani che la definì “strega” e lacchè del Presidente cubano Fidel Castro. Reno finì sotto tiro nel 1999 per l’accusa che la Cina avesse rubato od ottenuto illegalmente segreti nucleari degli Stati Uniti in 20 anni. I repubblicani ne chiesero le dimissioni nel corso della gestione della cosa al dipartimento di Giustizia. La carriera di Reno vide anche le condanne per l’attentato del 1995 ad Oklahoma City e il massiccio caso antitrust del dipartimento di Giustizia contro Microsoft. Tornò in Florida dopo il termine del mandato e si candidò governatrice nel 2002, ma perse le primarie democratiche. Tributi le sono rivolti dal mondo giuridico e politico, come l’attuale procuratrice generale Loretta Lynch, che l’ha descritta come “d’ispirazione” ed “apripista”.jantereno-billclintonTraduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...