Attentato in Quebec, un’altra false flag

Aanirfan

3ca618fc00000578-4173602-the_mosque_was_attacked_at_around_8pm_sunday_evening_while_aroun-a-13_1485831940672Lo scopo delle finte storie su Bissonnette/Breivik è promuovere l’agenda nazi-sionista. Sulla sua pagina Facebook, Alexandre Bissonnette aveva numerosi amici, tra cui alcuni musulmani. La pagina Facebook fu poi manipolata. Alexandre Bissonnette viene ora descritto come “lo studente solitario… che sarebbe sostenitore di Trump e Le Pen e che derideva on-line i profughi siriani”. Tuttavia, “i vicini di casa nel ricco sobborgo di Quebec Cap Rouge sono confusi nel sapere che Bissonnette, descritto come il ‘tipico ragazzo della porta accanto’, è accusato della sparartoria“. Daily Mail
Il vero Alexandre Bissonnette è come il vero Anders Breivik, un liberale moderato. Breivik è innocente
L’infoguerra nazi-sionista dice che la sparatoria nella Moschea a Quebec è un colpo devastante alla narrativa della sinistra. Presumibilmente, Bissonnette sarebbe fuggito dalla moschea con la sua Mitsubishi e arrestato nella vicina Ile d’Orleans 20 minuti più tardi, dopo aver chiamato il 911, secondo Le Soleil. La polizia avrebbe trovato 2 fucili e un AK-47 nell’auto. Daily Mail
I colleghi universitari descrivono Alexandre Bissonnette come un timido che non sembrava capace di commettere un atto terroristico. “Non ha mai mostrato o suggerito che fosse capace di violenza politica o terrorismo”. Lo scopo del terrorismo sotto falsa bandiera è mettere al potere i sostenitori dei nazisti-sionisti. Le Pen è una sostenitrice d’Israele. Una pagina di Facebook presumibilmente appartenente a Bissonnette, poi tolta, avrebbe rivelato supporto alle idee di estrema destra, come a Marine Le Pen. Altri ‘Mi Piace’ avrebbero riguardato le forze di difesa israeliane, Donald Trump e i critici aperti dell’Islam Richard Dawkins e Christopher Hitchens.3cab209400000578-4170500-bissonnette_is_a_student_at_laval_university_a_friend_of_bissonn-a-61_1485811295851I vicini descrivono Alexandre Bissonnette come il ‘perfetto ragazzo della porta accanto’ che ama la famiglia e lo sport e si ricorda sempre di salutare. Il vicino Alain Dufour ha detto: “Alexandre è un gran ragazzo amichevole, lui e il fratello sono assai vicini e seguiti dai genitori, tutti molto vicini…” La moglie ha detto: “E’ molto dolce“. Il padre Raymond Bissonnette è un dipendente del governo in pensione. Daily Mail3ca666a400000578-4170500-image-a-141_1485750860829Alexandre Bissonnette è il ‘capro espiatorio’ della sparatoria alla moschea in Quebec. Dopo la sparatoria nella Moschea di Quebec, Alexandre Bissonnette e Mohamed Khadir (alias Muhamad Balqadir), furono fermati. Bissonnette, 27 anni, è del Quebec, mentre Khadir, tra i 20 e i 30 anni, è di origine marocchina, secondo TVA News.
Testimoni hanno detto che c’erano 3 uomini armati e mascherati. Tre attentatori nella Moschea di Québec. Ma ora la polizia dice che Bissonnette è l’unico sospetto, e che Khadir è semplicemente un testimone. Una fonte ha detto a Radio-Canada che Alexandre Bissonnette e Mohamed Khadir sono studenti dell’Université Laval, università pubblica di Quebec City. Alexandre Bissonnette è stato arrestato “dopo aver contattato la polizia verso le 20:10“. Alexandre Bissonnette frequentava i compagni del liceo Cartier e del Cégep François-Xavier Garneau. “E’ un ragazzo tranquillo, affatto violento. Non avrei mai immaginato che potesse fare una cosa del genere“, dice Mario Valentino che conosce Alexandre Bissonnette e suo fratello gemello.
alexandre-bissonnette-cadetLa famiglia di Alexandre Bissonnette ha collegamenti militari. Secondo alcuni vicini, i gemelli erano nei cadetti. Ci sono state segnalazioni su cadetti mentalmente controllati e utilizzati come schiavi sessuali e poi come “zimbelli. Abuso sessuale dei cadetti /Reclute adolescenti uccise/Sesso minorile tra i militari
I genitori di Alexandre Bissonnette vivono a Cap-Rouge, quartiere ricco e tranquillo. Alain Thivierge, che abita di fronte alla casa dei Bissonnette, dice dei fratelli: “Li vedo quasi tutti i giorni“. Parla di giovani calmi. “I loro genitori sono molto socievoli“, ha detto. Alexander, sospettato, non ha mai pronunciato parole di odio o radicali. La Presse.ca.
3cab0e8700000578-4170500-image-a-53_1485795613947Il 29 gennaio 2017, “tre uomini armati e mascherati hanno sparato contro i fedeli nel Centro Culturale Islamico di Quebec City intorno alle 20:00“. CBC / Tre attentatori attaccano la moschea di Québec durante le preghiere serali, 5 morti. Almeno sei persone sono state uccise. Testimoni hanno detto che i tiratori gridavano ‘Allahu Akbar’ con ciò che sembrava un accento del Québec. Qualcuno lasciò una testa di maiale sui gradini della moschea nell’estate del 2016. Ore dopo che Trump firmava il divieto dei musulmani, una moschea nel Texas veniva data alla fiamme. Due persone sono state arrestate in connessione con l’attentato del 29 gennaio in Quebec. Un sospetto è stato arrestato presso la moschea e l’altro dopo un inseguimento conclusosi vicino a Ile d’Orleans, a 15 miglia dalla scena. L’attentato avviene dopo giorni di proteste negli USA per l’ordine esecutivo di Trump sul ‘bando dei musulmani’. Il primo ministro Justin Trudeau ha detto che i rifugiati e gli immigrati musulmani sono i benvenuti in Canada. Daily Mail.

Justin Trudeau

Justin Trudeau

Cosa saprebbe il governo del Quebec sul lavoro interno? Il premier del Quebec Philippe Couillard guiderà una missione economica in Israele nella primavera del 2017, divenendo il primo premier del Quebec in visita ufficiale nel Paese. Couillard l’annunciò “durante il cocktail annuale con i membri dell’Assemblea Nazionale tenutasi presso il ramo in Quebec del Centro per gli affari d’Israele e ebraici (Cija), con la Federazione CJA e il Comitato ebraico-canadese per gli affari politici, il 30 novembre“. Couillar parlò del lungo e importante contributo della comunità ebraica nel Quebec. “La vostra storia è quella del Quebec e la storia del Quebec è la vostra storia“. Couillard ha descritto Israele come “l’unico Stato democratico in quella tormentata regione. Israele e Quebec hanno molto in comune e insieme dobbiamo rafforzare i legami che ci uniscono“, aveva detto. Il premier del Quebec visiterà Israele.

Philippe Couillard

Philippe Couillard

L’attentato in Quebec è collegato al controllo mentale? L’Allan Memorial Institute si trova a Montreal nel Quebec. L’istituto è noto per il suo ruolo nel programma MKULTRA della CIA, un’iniziativa per sviluppare un farmaco che inducesse il controllo mentale. Gli esperimenti di MKULTRA furono condotti dal suo direttore e fondatore Donald Ewen Cameron.

Donald Ewen Cameron

Donald Ewen Cameron

Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Advertisements

One Response to Attentato in Quebec, un’altra false flag

  1. Pingback: Attentato in Quebec, un’altra false flag | Guard for Angels

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...