L’ultimo lancio dell’Hwasong-12

Imp-Navigator 16 settembre 2017Il 15 settembre mattina, la RPDC eseguiva un nuovo lancio di prova dell’IRBM Hwasong-12, che sorvolava le isole giapponesi cadendo nella regione del Pacifico designata, a 3700 km dal sito di lancio, raggiungendo la quota di 770 km durante il volo. Quindi, quanto basta per colpire Guam in caso di guerra. A proposito, questa volta il lancio è stato effettuato direttamente dal veicolo lanciamissili, a differenza dei test precedenti, quando l’autocarro piazzava sul sito di lancio il missile e si allontanava a distanza di sicurezza. Ciò spiega chiaramente che il missile è già abbastanza affidabile da non temere incidenti al lancio.

Pyongyang, 16 settembre
Il Presidente del PLC, Presidente del Consiglio di Stato della RPDC, Comandante supremo dell’EPC, stimato Leader supremo, il compagno Kim Jong-un ha diretto sul posto i preparativi del lancio del missile balistico a media e lunga portata Hwasong-12. Il leader supremo è stato accolto da alti funzionari del PLC, tra cui Li Bong Chor, Kim Jong Sik, Kyaw Yong Won e Yu Jin, e il comandante delle Forze Strategiche dell’EPC Generale Kim Rak Kim e gli operatori del Centro di Ricerca scientifica della Difesa dello Stato, tra cui Zhang Chang Ha e Jeong Ir Ho. Gli scienziati e tecnici dell’Industria missilistica e del Centro di controllo missilistico delle Forze Strategiche dell’EPC partecipavano ai preparativi dell’Hwasong-12. Questo lancio di prova del missile rientra tra gli obiettivi per far fronte all’aggressione degli Stati Uniti, che invocano l’uso della forza contro il Nord, rafforzando sempre più la capacità di compiere operazioni di attacco e contrattacco a un’aggressione con una reazione rapida e potente, valutando traiettoria e puntamento delle testate nucleari in condizioni operative.
All’ordine improvviso del compagno stimato leader supremo, la prima mattina il sistema Hwasong compiva le manovre schierandosi sulla piazzola di lancio e completando la preparazione al lancio secondo i competenti organizzazione e comando, attendendo l’ordine di lancio del missile balistico. Il comandante era giunto sul sito di lancio apprendendo il piano di lancio del missile balistico strategico a medio e lungo raggio Hwasong-12 e lo stato dei preparativi, dando l’ordine di lancio. Immediatamente l’Hwasong-12, tra una luce brillante e i maestosi suoni dell’esplosione che impressionavano il pianeta, decollava verso il cielo azzurro. Il missile seguiva la rotta di volo programmata sullo spazio aereo dell’isola di Hokkaido, in Giappone, e centrava l’area indicata tra le acque del bersaglio nell’Oceano Pacifico. Lo stimato Leader supremo apprezzava l’operazione di lancio, di grande importanza per l’armamento delle Forze Nucleari, raggiungendo l’obiettivo e superando il test con successo, ed esprimeva grande soddisfazione. Il leader supremo elogiava gli artiglieri dell’unità Hwasong, che hanno gestito il missile magistralmente nell’operazione di lancio. Con orgoglio affermava che l’efficacia operativa del missile balistico strategico a medio e lungo raggioa Hwasong-12 era stata ancora una volta verificata e la capacità operativa dei componenti della missione era stata assolutamente impeccabile nel dispiegare il missile Hwasong-12.
Affermava che in futuro tali esercitazioni saranno importanti e utili come questa volta per l’armamento delle Forze Nucleari e, in base alla potenza delle varie testate nucleari, sarà necessario stabilire rigorosamente le routine corrispondenti. Inoltre, affermava che scienziati e tecnici della ricerca missilistica e gli artiglieri dell’unità Hwasong, con uno stretto coordinamento, dovranno svilupparne la modernizzazione, arrivando ad avere sistemi missilistici ultramoderni e un centro di controllo dal massimo livello. Affermava agli ufficiali responsabili del Dipartimento militare del Comitato Centrale del partito e dell’Istituto di ricerca scientifica della Difesa di Stato, che l’accompagnavano: il nostro obiettivo è avere la vera parità militare con gli Stati Uniti ed impedire i discorsi pronunciati dai governanti statunitensi, inclusa l’irresponsabile scelta militare, e similari, verso il nostro Stato. La capacità di effettuare un attacco militare, consentendo un contrattacco nucleare a cui gli Stati Uniti non possano far fronte, e il continuo progresso, vanno costantemente rafforzati qualitativamente. Come riconosce il mondo intero, abbiamo respinto tutte le sanzioni dell’ONU, che durano da decenni e non hanno sempre ricevuto la “benedizione” dell’ONU. Così, l’animo si annoia infinitamente pensando alle eminenti potenze ancora trascinate dal pensiero che sia possibile sottometterci con sanzioni e cose simili, dichiarava.
Lo stimato Leader supremo dichiarava che è necessario dimostrare chiaramente ai grandi sciovinisti come il nostro Stato, nonostante loro sanzioni ed inutili embarghi, raggiunge l’obiettivo di perfezionare le Forze Armate dello Stato e, dato che abbiamo quasi raggiunto il punto finale, di completarle.

Traduzione di Alessandro Lattanzio

Annunci

One Response to L’ultimo lancio dell’Hwasong-12

  1. Marius Hodea says:

    quest uomo,ha la carisma molto superiore di qualsiasi uomo politico Stati Unitensi e Vest europeo,Israel sopratutto compreso

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...