Avvio dei colloqui in Corea – Potenza della diplomazia

SCF 12.01.2018Evitando l’orlo della guerra, per fortuna, i due Stati coreani procedevano questa settimana a tenere colloqui di pace, la prima volta che i due avversari avevano negoziati formali in quasi due anni. L’assenza di colloqui, al contrario, ha visto aumentare le tensioni soprattutto nell’ultimo anno, al punto che una guerra rischiava di scoppiare. Russia e Cina da parecchi mesi deploravano seriamente tale vuoto nella diplomazia. Mosca e Pechino hanno costantemente invitato tutte le parti a dialogare per risolvere il conflitto, basandosi sui principi dell’impegno nei mezzi pacifici, rispetto reciproco e senza precondizioni a qualsiasi dialogo. Un altro fattore chiave dell’avvio ai colloqui è stato il congelamento delle attività militari. Ancora una volta, tale sospensione delle azioni militari fu sollecitata da Russia e Cina. Quando la Corea del Sud ha prevalso sull’alleato statunitense nel posticipare le esercitazioni militari all’inizio di quest’anno, Pyongyang ricambiava rapidamente avviando il dialogo con una delegazione di Seoul nel villaggio di pace di Panmunjom, vicino la DMZ. Il Nord ha sempre protestato contro le manovre militari guidate dagli Stati Uniti nella penisola coreana, equiparandole ad un atto di guerra, impedendo così qualsiasi apertura. Finora, la Corea democratica si è astenuta dal condurre test nucleari o missilistici. L’anno scorso, una serie di test creò tensioni nella regione e nel mondo. L’amministrazione Trump aveva ripetutamente minacciato l’attacco preventivo sulla Corea democratica, accusandola d’intimidirne gli alleati nella regione. La Corea democratica, a sua volta, affermava che le forze statunitensi erano una minaccia alla sicurezza. Anche la retorica infuocata tra Trump e Kim Jong-un accumulava il circolo vizioso delle tensioni. I progressi fatti nei colloqui di questa settimana sono stati impressionanti. Inizialmente, l’incontro si svolse per discutere della partecipazione della Corea democratica alle Olimpiadi invernali che si terranno in Corea del Sud il prossimo mese. Il Nord ha debitamente accettato l’invito a parteciparvi, attenuando così i timori sulla sicurezza dei Giochi. Inoltre, inaspettatamente, le due parti decidevano quindi di tenere discussioni militari bilaterali per esplorare i modi per comporre l’antagonismo sulla penisola. Uno sviluppo molto incoraggiante che va consolidato con futuri colloqui. Significativamente, gli Stati Uniti si univano a Cina e Russia nel raccomandare l’iniziativa coreana. Il presidente Trump sosteneva l’omologo della Corea del Sud Moon Jae-in nell’impegno col Nord. Trump ha anche detto di esser pronto a un dialogo faccia a faccia con Kim Jong-un, “se le condizioni saranno quelle giuste”.
Kim Jong-un ha il merito di aver esteso un ramo d’ulivo alla Corea del Sud nel discorso di Capodanno. Anche Moon Jae-in, merita credito per aver ricambiato e concesso la sospensione delle esercitazioni militari. Il presidente Trump ha sorprendentemente tenuto il consiglio prudente di astenersi da osservazioni sconsiderate permettendo alle due Coree d’impegnarsi senza polemiche. Questo è esattamente il tipo di diplomazia che Russia e Cina sostengono. I progressi compiuti questa settimana, e si spera nel prossimo futuro, mostrano che la diplomazia può funzionare. L’alternativa sono tensioni, incomprensioni e conflitti catastrofici. Prudentemente, tuttavia, molti commenti dei media statunitensi hanno espresso un cinico punto di vista secondo cui la Corea democratica cerca di spingere un cuneo tra Washington e Corea del Sud, o che Pyongyang semplicemente gioca col tempo per sviluppare ulteriormente le armi nucleari. Tale cinismo è deplorevole e controproducente. Si corre il rischio di mettere a repentaglio l’impegno pacifico spingendo Washington ad intromettersi nei colloqui facendo richieste inaccettabili alla Corea democratica. Una di tali richieste è l’insistenza che la Corea democratica debba porre fine al programma nucleare quale condizione per il dialogo. Pyongyang ha categoricamente affermato che non rinuncerà unilateralmente al programma nucleare. Quindi, se Washington persegue tale corso emettendo ultimatum e trattando la Corea democratica come “Stato canaglia”, la via diplomatica diverrà un vicolo cieco. Washington deve mostrare modestia e saggezza nell’adempiere alle proprie responsabilità nel lungo conflitto coreano. Come l’ex-presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter consigliava, Washington deve firmare un trattato di pace formale con la Corea democratica segnando la fine della guerra di Corea (1950-53). La Corea democratica deve avere garanzie sulla sicurezza.
Se i colloqui ripresi questa settimana saranno sviluppati con buona volontà, rispetto reciproco e impegno per la pace, allora c’è motivo di ottimismo. In effetti, la diplomazia può funzionare. Questa è la lezione chiave di questa settimana. Ora diamo una possibilità alla pace.

Si sono tenuti colloqui inter-coreani di alto livello
KCNA 

I colloqui inter-coreani di alto livello si sono tenuti il 9 gennaio nella “casa della pace” nella parte sud di Panmunjom, tra grandi aspettative e interessi di tutti i connazionali e i cittadini nazionali ed esteri. Presenti erano una delegazione del nord guidata da Ri Son Gwon, presidente del Comitato per la Riunificazione pacifica del Paese della Corea del Nord, e una delegazione del sud col ministro dell’Unificazione Jo Myong Gyun come capo delegazione. Nei colloqui, le autorità del nord e del sud hanno discusso le questioni principali relative al successo delle XXIII Olimpiadi invernali nella Corea del Sud e al miglioramento delle relazioni inter-coreane, e adottato il seguente comunicato stampa congiunto.

Comunicato stampa congiunto di colloqui inter-coreani di alto livello
I colloqui inter-coreani di alto livello si sono tenuti a Panmunjom il 9 gennaio. Durante i colloqui, entrambe le parti hanno discusso sinceramente della partecipazione di una delegazione del nord alle XXIII Olimpiadi e Paralimpiadi invernali e al miglioramento delle relazioni inter-coreane in conformità col desiderio e le aspettative di tutti i coreani e hanno convenuto quanto segue:
Il nord e il sud hanno concordato di cooperare attivamente per garantire che le XXI Olimpiadi e Paralimpiadi Invernali nella zona sud siano tenute con successo, fornendo l’occasione per migliorare il prestigio della nazione. A questo proposito il nord ha accettato di inviare una delegazione del Comitato olimpico nazionale, squadre sportive, un gruppo di allievi, una compagnia d’arte, un gruppo di dimostrazione del Taekwon-do e un corpo stampa insieme a una delegazione di alto livello alle Olimpiadi, e il sud ha accettato di fornire i supporto necessario. Le parti hanno concordato di aprire colloqui a livello operativo sull’invio dal Nord di una rappresentanza di preparazione e partecipazione ai Giochi olimpici invernali, e concordavano la definizione del programma di scambio dei documenti in futuro. Nord e sud hanno concordato sforzi concertati per allentare le tensioni militari, creare un ambiente pacifico nella penisola coreana e promuovere la riconciliazione e l’unità nazionale. Hanno condiviso il punto di vista che l’attuale tensione militare va risolta e perciò deciso di avere colloqui tra le autorità militari. Hanno deciso di promuovere la riconciliazione e l’unità nazionale rinvigorendo contatti e viaggi, e scambio e cooperazione in vari campi.
Nord e sud hanno accettato di rispettare le dichiarazioni e di risolvere tutti i problemi nelle relazioni intercoreane attraverso dialogo e negoziati sul principio della nostra stessa nazione. Perciò, entrambe le parti hanno convenuto di avere colloqui su ogni campo, insieme a colloqui ad alto livello tra nord e sud volti a migliorare le relazioni inter-coreane.Traduzione di Alessandro Lattanzio

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...