La bontà milionaria della sinistra migrantofila

Ciclicamente i padroni delle industrie per aumentare guadagni e godurie, necessitano ed usufruiscono dello spostamento da paesi e regioni di masse di poveri e diseredati bisognosi di pane e lavoro e un salario appena decente. E’ cio’ che accade agli irlandesi e molti inglesi del nord. E succederà ancora.
Esilarante è il fiero appoggio a tale obbrobriosa oppressione e catena di sfruttamenti degli stolti eserciti di volontari e club di perfetti cristiani.
Pronti a offrire una coperta a chi non avrà nemmeno il tempo per dormire.”

 “Hard Times” di Charles Dickens
Già operaio in una fabbrica di lucido per scarpe

Spavento, orrore, scacazzamento in mano: qualche migliaio di fasci si riunisce (di notte ovviamente) a commemorare i morti (e solo quello commemorano, son tutti morti), ed ecco che il pericolo fascista avanza sui pornogiornali del nullilly correct.
Uniamoci a coorte contro l’avanzata del pericolo bruno; con renzye, sconfiggiamo il ritorno del fascismo con più cooperative a scontrino, più jobs act, più negher e più cooperative accoglienti, più ONG della CIA, più manifestazioni contro i diddadori Putin-Xi-Kim-Iran-Azzad-Uzbekistan… più matrimoni omosex, meno soldi a famiglie normali, ‘NORMALI’ (fascista! fascista!), meno lavoro stabile e fisso (fasciocomunista rossobruno chi dice il contrario!) Si viva la fantasia e la pluralità delle posizioni lavorative (e sessuali, come la rivoluzionaria posizione pecorina solo omo and interracials…)
Più tv impegnata, con happydais e friends in lingua originale, IN LINGUA ORIGINALE!! E soprattutto ‘Più Europa federalista’, come insegnano le vecchie babbione del Menù del po-Pollo, che in 90 anni di esistenza (vita è dire troppo per costoro), non hanno prodotto una sega, perché improduttività, sterilità, nullismo, vuoto speak-english, sono le bandiere progressive che ti permettono di andare nei social forum organizzati dalla CIA e dal Pentagono, così trendy e fashion, senza quei simboli turpi che ricordano gli orrori del comunismo storico del ‘900 (Istruzione e sanità di massa, per tutti, orrendo no!?).
Caro Costanzo Preve, se fossi vivo ti avrei rimproverato, già qualche anno fa, almeno due gravi e grevi orrori: avere infangato, pure tu, l’esperienza storica del socialismo realizzato, la cui denigrazione ci ha riportato al ‘700 (non all’800), con coretto di nazi di tutte le salse, soprattutto dei pinkfascisti che vogliono farci diventare tutti dei ‘pigliainculo’ (Sciascia); e aver generato un mostriciattolo televisivo a cui si aggrappano i disperati della ‘Medusa’ ex-nazionalpopolare ed ex-ex-marxista e i boyfriends di Giorgina Meloni… un mostriciattolo che un secondo blatera di capitale transnazionale sradicato, e un momento dopo partecipa alle kermesse dei boyfriends di Berluska, coi suoi dudù Giorgia e Matteo, dove si premiano gli aspiranti golpisti filo-oligarchi contro il Presidente socialista e patriota Maduro. Costui non è un salvagente, è la zavorra che li farà sprofondare e annegare.
E la manifestazione di Macerata è stata la summa di tutto ciò: il rantolo della lumpenborghesia totalmente improduttiva, ben rappresentata dal sorosismo anarcoide ed atlantista di questa canea, scesa a difendere la mafia dei cannibali nigeriani e il lucroso affarismo del buon cuore migrazionista che frutta decine di milioni di euro all’anno a ONG e Onlus; così come era scesa a difendere la sovversione islamo-atlantista del 2011 e per tifare per i nazisti in Ucraina. Sanno di non avere un futuro, di non contare più nulla, e quindi sfogano il loro odio di classe: “gli italiani sono di destra, sono fascisti, ecc.” E allora, perché si candidano? Lo Ius Soli da loro tanto cercato cos’è se non un ‘piano Kalergi elettorale’ dichiarato? Ma chi gliel’ha detto che l’imam wahhabita di sotto casa debba votarli per il loro transgenderismo? O che il pakistano sunnista debba votarli per la tolleranza, quando magari in patria, in Pakistan, partecipa ai pogrom contro i connazionali sciiti? Misteri della fede nel nulla?
Tra l’altro la cosa spregevole e ripugnante della pagliacciata di Macerata, è il fatto che qualche giorno prima della sparatoria, a Salerno, se non ricordo male, un militante di Forza Nuova, e agente penitenziario, uccise la moglie, ferì la figlia e si mise a sparare alla gente per strada, facendo non so quanti feriti. Non volò una mosca. Non c’erano di mezzo risorse e mafiosi nigeriani?

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...